Uccide un ladro per difendersi, il Tribunale lo assolve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:25

Arrivata la sentenza del delitto avvenuto nel marzo 2017: Mario Cattaneo, accusato di omicidio colposo per eccesso di legittima, e per cui erano stati chiesti 3 anni di carcere, è stato infine assolto.

 

Il fatto è avvenuto a marzo 2017, ma la sentenza è arrivata oggi 24 gennaio 2020. Il proprietario di un ristorante a Casaletto Lodigiano uccise per difesa un ladro romeno che si era introdotto nella sua proprietà, e la procura ne aveva chiesto 3 anni di reclusione. Poche ore fa, però, è arrivato il verdetto finale: Mario Cattaneo, di 70 anni, è stato assolto. A commentare la notizia è stato anche il leader della Lega, Matteo Salvini.

Leggi anche: Papa Francesco lancia la Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali
Guarda qui: Dopo anni denuncia il suo compagno: l’uomo aggrediva moglie e figlia

Uccide ladro nel suo ristorante per legittima difesa

Come riportano le fonti, il procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro, e il sostituto Emma Vittorio, avevano chiesto per Mario Cattaneo la condanna a tre anni per omicidio colposo per eccesso di legittima difesa. Il ristoratore di Casaletto Lodigiano (Lodi), di 70 anni, aveva infatti accidentalmente ucciso con il suo fucile un ladro che si è introdotto nel suo ristorante.

Il fatto si era verificato nella notte del 10 marzo 2017, quando in tarda ora partì un colpo dal fucile dell’oste che colpì, a morte, Petre Ungureanu, un romeno di 32 anni. Il ladro non era solo, ma era accompagnato da altri tre complici, che si erano introdotti insieme a lui nel locale per rubare sigarette e denaro dalla cassa.

 

Il verdetto della sentenza, l’appoggio di Salvini

Tra il pubblico in aula oggi ha presenziato anche l’assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato. In attesa della sentenza, la procura aveva chiesto al giudice di valutare gli eventuali profili penali in merito alle testimonianze della moglie e del figlio del ristoratore, e di valutarne quindi l’attendibilità.

Nella giornata di oggi, dunque, è arrivato il verdetto finale: Mario Cattaneo è stato assolto in primo grado dal tribunale di Lodi dall’accusa di eccesso colposo di legittima difesa. Un verdetto che ha fatto felice anche il leader della Lega, Matteo Salvini.

Il politico, infatti, attraverso una diretta Facebook ha espresso pubblicamente la sua vicinanza all’oste di Casaletto Lodigiano. “Io sto con Mario, al posto suo avrei fatto lo stesso. No a questa pseudogiustizia, non è amministrazione della giustizia. Di fronte a certe follie uno si ferma: come si fa a chiedere tre anni per chi ha difeso i suoi nipotini”, ha raccontato Salvini.

Che ha poi concluso: “Grazie alla nuova legge sulla Legittima Difesa voluta dalla Lega il ristoratore Mario Cattaneo, per cui erano stati chiesti tre anni di carcere per aver ucciso un rapinatore nel suo locale, è stato assolto! Giustizia!“.