Rubava elettricità per il suo bar, maxi-multa nel Napoletano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:39

Oltre 66mila kWh otttenuti dopo aver manomesso il contatore. Così la Guardia di Finanza ha contestato furto di elettricità a un barista di Torre Annunziata.

furto elettricità

Un enorme furto di elettricità costa molto caro al gestore di un bar. Il caso è avvenuto a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, dove si è registrato il grande ammanco di corrente. E tutto è accaduto direttamente da un contatore presente per strada, dove il titolare del locale è riuscito ad attingere ciò che gli serviva per risparmiare una grande somma di denaro. Tuttavia, alla fine questo risparmio è valso una bella multa.

La scoperta è stata effettuata nelle scorse ore dai militari della Guardia di Finanza di Napoli. Dopo aver fatto i necessari accertamenti, è avvenuta l’irruzione all’interno del locale, dove è stato scoperto definitivamente il furto di elettricità. E così i finanzieri si sono resi conto dell’allaccio abusivo dal contatore manomesso al bar. Alla fine dei conti, il gestore del bar aveva rubato corrente elettrica per un totale di oltre 66mila kWh. Una vera e propria enormità sulla quale non si poteva passare sopra.

Il contatore manomesso per rubare l’elettricità – meteoweek.com

Leggi anche -> Omicidio Bocchetti, trovato arsenale degno di un esercito

Leggi anche -> Roma, l’immondizia non basta: caos case popolari

E così è arrivata, oltre all’interruzione dell’allaccio abusivo, anche una grande multa ai danni del titolare del locale. Una sanzione da 11.600 euro oltre alla scoperta di un marchingegno ingegnoso ma comunque illegale. Al momento in cui si era reso conto della visita della Guardia di Finanza, infatti, l’uomo (un ragazzo di 23 anni) stava azionando un pulsante con il quale nascondere l’imbroglio. Era un sistema che avrebbe riportato il passaggio della corrente tramite il contatore del locale, e non quello “comune” e manomesso.

Il barista non è stato abbastanza veloce, visto che i finanzieri si sono accorti di questo sistema. Dunque l’accertamento dei militari è stato messo a segno regolarmente. Il titolare del bar di Torre Annunziata dovrà rispondere davanti a un magistrato e per il momento il locale è stato chiuso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui