Morte violenta di Ambra Pregnolato, ci sono volute 24 ore per trovare il colpevole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23

Svolta sul misterioso delitto di Ambra Pregnolato, maestra d’asilo quarantenne, uccisa ieri nell’appartamento di Valenza in cui viveva con marito e figlia. Ci sono volute meno di 24 ore per trovare il colpevole.

 

Sono bastate meno di 24 ore ai carabinieri del comando provinciale di Alessandria, guidati da Michele Lorusso, per svelare il mistero che ancora avvolgeva la morte di una giovane maestra d’asilo all’interno della sua abitazione. Ambra Pregnolato è stata uccisa dall’amante conosciuto in chat, Michele Venturelli, 46 anni, reo confesso. L’uomo non accettava la separazione dalla donna di cui era follemente innamorato, ma lei aveva cambiato idea e aveva deciso di non lasciare suo marito. Si tratta di femminicidio.

Leggi anche -> Puglia, orrore in casa. Lei muore sulle scale mentre tenta la fuga

Leggi anche -> Salerno, lascia l’Università dopo due esami. Daniela Piscione si lancia nel vuoto

Venturelli ha colpito la donna con un martello che aveva nello zaino e in seguito ha cercato di togliersi la vita buttandosi sotto un treno. Rimasto ferito, è in stato di fermo e piantonato all’ospedale di Alessandria. Era stato il marito della Pregnolato a scoprire il cadavere della donna quando era tornato a casa per la pausa pranzo. La moglie era a terra, con profonde ferite al capo. Esclusa fin dall’inizio la rapina, le indagini si erano subito concentrate verso le conoscenze della donna e sono stati sentiti come testimoni amici e familiari. Fino a quando, in mattinata, gli investigatori hanno imboccato una pista precisa e si sono recati in un appartamento di via Volta, lo hanno perquisito dettagliatamente per cercare prove del delitto. Ed è stato a quel punto che l’interrogatorio di uno degli amici della donna ha avuto una svolta determinante, da lì la confessione e il fermo.

L’assassino di Ambra Pregnolato