Vaccino Coronavirus, scende in campo il fondatore di Alibaba

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05

Jack Ma ha deciso di donare 13 milioni di dollari al fondo di ricerca per il vaccino contro il 2019-nCoV. “Sappiamo che è una corsa contro il tempo”, ha dichiarato il capo di Alibaba.

jack ma alibaba

Continuano le operazioni di aiuto per chi sta cercando di fare qualcosa per debellare il Coronavirus. Il 2019-nCoV continua a far danni, ma sono già partite le ricerche per poter creare un vaccino contro questa nuova epidemia. E tra i personaggi che stanno cercando di mettersi all’opera, spicca anche la figura di Jack Ma. Il ricco imprenditore cinese, fondatore di Alibaba, ha deciso di mettere mano al portafogli per questa nobile e fondamentale causa.

Jack Ma ha donato ben 100 milioni di yuan per dare man forte alla ricerca per il vaccino contro il Coronavirus. Si tratta di circa 13 milioni di dollari, una cifra importante per aumentare il campo di azione da parte dei ricercatori. La notizia è stata data attraverso l’ufficio stampa della fondazione che porta il suo nome. Ma non si tratta del solo nobile gesto effettuato dal fondatore di Alibaba per consentire di aumentare gli sforzi e le chances a disposizione dei ricercatori.

Una sezione della mappa di contagio del Coronavirus, diffusa dalla John Hopkins University – meteoweek.com

Jack Ma, attraverso Alibaba, ha dato libero accesso alle tecnologie di intelligenza artificiale a disposizione della società. Ciò potrebbe consentire di accelerare i tempi di sviluppo del vaccino contro il Coronavirus, agevolando anche gli sforzi dei ricercatori che potranno così aiutarsi con dei macchinari all’avanguardia. L’impegno di Jack Ma contro questa nuova epidemia, non si limita a quest’ultima donazione e alla messa a disposizione degli apparecchi della propria società.

L’impegno del fondatore di Alibaba

Sempre attraverso questo gruppo creato tramite la sua fondazione, Ma ha creato un fondo da un miliardo di yuan (circa 130 milioni di euro). Questo servirà per fornire materiale sanitario. Un altro fondo da 500mila yuan (circa 65mila euro) sarà sfruttato per l’assicurazione del personale sanitario che sta operando in prima linea contro il Coronavirus.

Sappiamo che gli scienziati sono in corsa contro il tempo e non sarà un compito facile, dalla ricerca del vaccino alla produzione su larga scala e all’uso“, dichiara Jack Ma attraverso un comunicato diffuso dall’agenzia di stampa Xinhua.