Volato in cielo a soli 20 mesi: il “piccolo eroe” ha perso la sua battaglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:53

Davide Papa non ce l’ha fatta: il piccolino di appena 20 mesi ha perso la sua battaglia, ed è deceduto lunedì all’ospedale di Padova. Ad annunciare la notizia è stata la mamma, con una foto di suo figlio e un commovente messaggio.

davide papa

Non ce l’ha fatta “il piccolo eroe”, come tutti lo chiamavano in paese. Davide Papa, di appena 20 mesi, ha perso la sua battaglia, ed è morto martedì 28 gennaio all’ospedale di Padova.  Davide era il terzogenito di Giovanna e Claudio Papa. Un piccolino che ha lottato per la sua vita fin dalla nascita, essendo affetto sia dalla sindrome di Down che da altre gravi patologie. La sua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile sia nella sua famiglia, che in tutta la comunità di Saccolongo, dove viveva.

Come riportano le fonti locali, notizia della sua morte è stata annunciata da sua madre, che ha lasciato un dolce messaggio d’addio (“amore della mamma ci vedremo in paradiso”) accompagnato da una sua foto. Un post, questo, che ha già collezionato centinaia di commenti e risposte di solidarietà e vicinanza alla famiglia. Davide Papa verrà ricordato questa sera, 30 gennaio, nella parrocchia di Padova alle ore 20:30 con il rosario. I funerali, invece, verranno celebrati nella giornata di domani, alle ore 15:30.

Leggi anche: Aggredita e percossa per giorni, trovato il cadavere di una donna a Mazzara
Guarda qui: Conducente del bus aggredito e reso quasi cieco, l’azienda lo licenzia

La speranza di trovare una cura stroncata da una crisi epilettica

Sono tanti gli amici e i conoscenti che hanno aiutato la famiglia appena dopo l’arrivo del piccolo Davide, così piccolo ma così forte da tenere testa a tutte quelle patologie fin dalla sua nascita.

La famiglia è originaria di Napoli, ma sono ormai diversi anni che risiede Saccolongo. Negli ultimi 20 mesi, però, i genitori del piccolo eroe hanno fatto tutto il possibile, anche grazie all’aiuto della comunità, per poter tenere alta la speranza che quel piccolo dono (come la mamma definiva Davide) potesse ottenere finalmente le cure necessarie.

davide papa lettino vuoto

Una settimana prima della sua scomparsa, infatti, la famiglia si stava organizzando (attraverso un’associazione) per trasportare Davide, con un’ambulanza attrezzata, per un consulto all’ospedale Meyer di Firenze. Una struttura, questa, all’avanguardia nella cura di patologie infantili.

Ma il destino si è portato via Davide prima ancora di poter raggiungere il capoluogo toscano. Una crisi epilettica l’ha raggiunto, e si è unita ad altri problemi di salute. Una drammatica resistenza ai farmaci, infine, l’ha fatto volare in cielo.
Insieme al piccolo, è morta anche la speranza della famiglia, che non si è mai arresa nella lotta alla ricerca di una cura. Una sfida, la loro, che hanno sopportato con coraggio e determinazione anche grazie alla fede e al sostegno, incommensurabile, degli amici e della comunità.