Nave da crociera ferma: a bordo due casi sospetti di Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:21

Oltre 6mila passeggeri fermi a bordo della nave da crociera. L’imbarcazione stava per attraccare a Civitavecchia. I sospetti sono arrivati cinque giorni fa dalla Cina.

nave crociera civitavecchia

Si inizia a temere per l’arrivo nel nostro Paese del Coronavirus. La nuova notizia arriva dal porto di Civitavecchia, dove una nave da crociera non è ancora stata fatta attraccare per far scendere i passeggeri. Tra le oltre 6mila persone a bordo, infatti, ci sarebbe una coppia che mostra sintomi influenzali. Stando a una serie di controlli effettuati, non è da escludere che queste due persone possano aver contratto il 2019-nCoV.

I due soggetti in questione, infatti, sono arrivati in Italia dalla Cina alcuni giorni fa. Si tratta di marito e moglie originari di Hong Kong. Questi sono atterrati con un volo dal proprio Paese natale all’aeroporto milanese della Malpensa, esattamente cinque giorni fa. Dopodichè si sono spostati verso Savona, da dove sono saliti a bordo della nave da crociera di Costa Crociere.

Medici all’opera sulla terraferma
Medici all’opera sulla terra ferma a Civitavecchia – meteoweek.com

Al momento, dunque, l’imbarcazione è ferma davanti al porto di Civitavecchia e per il momento non sono arrivati nuovi ordini a riguardo. Dunque la nave non può attraccare e ovviamente i passeggeri non possono scendere. Entrambi i soggetti avrebbero dato sintomi di febbre e problemi respiratori, entrambi sintomi del Coronavirus. Attualmente sono stati fatti arrivare alcuni medici dall’ospedale “Spallanzani” di Roma.

Questi stanno operando per accertarsi in maniera ancor più chiara e completa di ciò di cui soffrono i due passeggeri asiatici. Le altre centinaia di persone a bordo della nave da crociera sono state fatte tornare nelle proprie cabine, in attesa di nuovi ordini dalla terra ferma. Nel frattempo i passeggeri nativi di Hong Kong sono stati sottoposti agli esami di rito, sulla scorta di quanto imposto dall’Istituto Superiore di Sanità dopo la diffusione del Coronavirus. Nel pomeriggio si avranno gli esiti, ma nel frattempo la paura sale.