Mattia Fraschini è stato alla fine trovato: per lui nulla da fare

Il 24enne di Cesenatico, scomparso in Australia sulle Blue Mountains, è stato ritrovato morto. Le ricerche duravano da una settimana.

Mattia Fraschini

E’ stato ritrovato il cadavere di Mattia Fraschini, il 24enne di Cesenatico che era scomparso da una settimana in Australia. Il giovane, che da due anni si era trasferito a Sidney, era sparito una settimana fa dopo una escursione sulle Blue Mountains. Si tratta di una popolare meta per scalatori vicino a Sidney: Mattia era appassionato di escursioni e natura.

Leggi anche ->Donna trovata morta in casa. Giallo a Cairo Montenotte

Il ragazzo era originario di Cesenatico, dove abitava con la famiglia. Dopo il diploma al liceo scientifico Enzo Ferrari si era trasferito a Sydney, dove lavorava come cameriere e barman. Anche in Australia, Mattia aveva mantenuto viva la sua forte passione per l’escursionismo: era considerato un trekker esperto, aveva effettuato negli anni scalate impegnative e importanti a livello anche internazionale. Aveva deciso di tornare sulle Blue Mountains, da solo: voleva vedere i danni lasciati dagli enormi incendi che per mesi hanno devastato diverse aree del continente australiano. Dopo i primi messaggi scambiati con il padre, da mercoledì non ha più dato notizie. Giovedì non si è presentato al lavoro: a quel punto sono scattate le ricerche ufficiali.

Leggi qui ->Abu Mazen dice no a Trump e Israele: “non vendo Gerusalemme”

L’area dove è scomparso Mattia Fraschini

Il padre era appena partito dall’Italia alla volta dell’Australia per contribuire alle ricerche del giovane. Purtroppo la polizia del South Wales ha annunciato di aver localizzato il cadavere nei pressi della località di Baltzer Lookout. Sono in corso le operazioni per recuperare il corpo. Sarà poi il coroner a stabilire le cause della morte.