Muore misteriosamente anche John Kercher, il padre di Meredith

John Kercher, padre della studentessa uccisa a Perugia nel 2007 è morto nelle scorse ore per le conseguenze di un sospetto scippo subito. Aveva 77 anni.

Una nuova tragedia colpisce la famiglia Kercher. E ancora una volta c’è un giallo intorno ad una morte per lo meno sospetta. Il padre di Meredith, la studentessa uccisa a Perugia nel 2007, è morto nelle scorse ore per le conseguenze di un sospetto scippo subito a Londra tre settimane fa. John Kercher, 77 anni, è morto in ospedale, come riporta il Sun. Dopo l’episodio dello scippo dove fu strattonato, aveva ripreso conoscenza, ma non era stato in grado di ricordare cosa fosse successo. La polizia ritiene sia stato vittima di un tentativo di rapina durante il quale era stato trascinato sull’asfalto riportando diverse fratture.

Leggi anche -> Giovane e molto ricca: trovata morta nella sua abitazione a Milano

John Kercher abitava a Croydon, alla periferia sud di Londra, e lo scippo che si è rivelato fatale era avvenuto di fronte a casa sua. Giornalista professionista in pensione, aveva lavorato per 40 anni per diversi tabloid britannici, in particolare il Daily Mirror e lo stesso Sun. Per ora Scotland Yard considera ufficialmente la sua morte come frutto di “cause non spiegate”, dato che non esistono immagini riprese da telecamere di sorveglianza o testimonianze certe che confermino il presunto scippo. “A dispetto di tutte le indagini condotte – ha dichiarato ai media il detective Steve Andrews – non siamo ancora riusciti a stabilire in modo definitivo come si sia procurato le ferite, incluse le fratture a un braccio e a una gamba”. Fino alla sua morte. “Stiamo valutando tutte le possibilità, compresa quella che sia rimasto coinvolto in uno scontro” – ha aggiunto il detective – invitando chiunque avesse visto qualcosa a rivolgersi alla polizia, anche in forma anonima. Sul Sun le parole della famiglia Kercher: “Lo amavamo con tutto il cuore, ci mancherà moltissimo”.

Meredith Kercher

Un altro giallo, dunque, nella famiglia Kercher, dopo la morte di Meredith sulla cui uccisione  avvenuta 13 anni, quando la ragazza, studentessa a Perugia, ne aveva 21, le polemiche non si sono mai del tutto spente. Per quella vicenda la giustizia italiana ha condannato Rudy Guede a 16 anni per omicidio e violenza sessuale, mentre ha assolto Amanda Knox, studentessa americana e coinquilina di Meredith, con l’ex fidanzato Raffaele Sollecito. La versione di Amanda Knox: “Guede entrò come un ladro e uccise Meredith. Ma per tutti io ero una puttana psicopatica”.