Max Conteddu è morto: “Nadia Toffa aveva torto, questa è una maledizione”

Addio a Max Conteddu, poeta dei social che ha raccontato il suo calvario contro un tumore al cervello. Aveva 38 anni, lascia frasi indimenticabili. “Tenete in tasca un po’ di sole. Ne avrete bisogno quando farà buio nella vostra vita”. 

Ha combattuto insieme a migliaia di followers la sua battaglia contro un tumore al cervello, ha condiviso sui social il suo dolore, le sue speranze. E la sua poesia. Ci ha lasciati oggi Massimiliano ‘Max’ Conteddu, aveva solo 38 anni. Era conosciuto sulla rete con il nickname “Istintomaximo”. E’ di pochi giorni fa il suo ultimo post su twitter, qualcuno lo ha preso come premonitore: 9 cuori e uno zero finale che poteva sembrare un conto alla rovescia. Il giorno prima scriveva: «Tenete in tasca un po’ di sole. Ne avrete bisogno quando farà buio nella vostra vita». La scoperta della malattia era arrivata lo scorso anno e lui aveva scelto di non arrendersi ma di combattere. Come Nadia Toffa, di cui scriveva: «Chiariamoci una volta per tutte: lei definì il tumore come un dono, perché le aveva fatto aprire gli occhi. Ma io gli occhi li avevo già aperti prima di questo intruso. Non è un dono, è una Malediazione. Nadia, resti comunque una guerriera”

Leggi anche -> Carabiniere ucciso a Roma, cambiate le frasi degli intercettati in carcere

Massimiliano Conteddu è morto a Siniscola, dove abitava in località Capo Comino. Sono ancora poche le notizie che trapelano dal Nuorese, mentre sui social è grande il cordoglio di amici e follower, con l’hashtag #CiaoMax stabile in cima alle tendenze di Twitter.
Twitter si è stretto intorno a Max. Da quando la notizia della morte ha iniziato a diffondersi online, l’hashtag #CiaoMax è balzato al primo posto dei trending topic su Twitter, dove sono numerosi i messaggi di cordoglio.

 

Con @istintomaximo se ne va un pezzo di Twitter. Quello bello. Per anni Max ha reso questo luogo migliore con la sua gentilezza. La malattia si è portato via il suo corpo ma la sua poesia e sensibilità restano qui scolpite nei suoi suoi tweet e nella nostra memoria. #CiaoMax

— Daniele Cinà (@danielecina) February 20, 2020