Coronavirus: primo caso positivo in Vaticano

Questa mattina sono stati temporaneamente sospesi tutti i servizi ambulatoriali della Direzione Sanità e Igiene dello Stato della Città del Vaticano.

Primo caso positivo in Vaticano

“Questa mattina sono stati temporaneamente sospesi tutti i servizi ambulatoriali della Direzione Sanità e Igiene dello Stato della Città del Vaticano per poter sanificare gli ambienti a seguito di una positività al Covid-19 riscontrata ieri in un paziente”, ha dichiarato con una nota il portavoce Vaticano Matteo Bruni. “Rimane però in funzione il presidio di Pronto Soccorso. La Direzione Sanità e Igiene sta provvedendo ad informare le competenti autorità italiane e nel frattempo sono stati avviati i protocolli sanitari previsti”

Leggi anche -> Coronavirus: altissimo rischio contagio a Torino

Il primo paziente risultato positivo al coronavirus in Vaticano sarebbe stato portato per i controlli in una struttura ospedaliera di Roma. In Vaticano, infatti, esistono presidi sanitari ma non ci  sono posti di degenza. Massimo riserbo in Vaticano sull’identità del paziente. E’ da considerare che gli ambulatori dentro le mura vaticane sono frequentati da ecclesiastici, religiosi e religiose che operano in curia, ma anche da dipendenti laici, in sevizio e ma anche in pensione e dai loro familiari. Le autorità sanitarie italiane sono state subito avvertite sul caso.

Leggi anche -> Coronavirus: nave bloccata a Napoli, 125 persone a bordo

Nel giorno in cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella cerca di tranquillizzare gli italiani facendo loro appello a rispettare le nuove regole del governo, continua l’emergenza nel Paese e si susseguono i casi di contagio. L’ultimo bilancio ufficiale, diffuso dalla Protezione civile, parla di 3.296 positivi, 414 guariti e 148 morti. E non è esclusa una proroga della chiusura delle scuole, oltre il 15 marzo.

Novi Ligure: altro decesso, il terzo in Piemonte.

Salgono a tre le vittime piemontesi del coronavirus. Nella notte è morta a Novi Ligure una donna di 81 anni, affetta da pluripatologie e risultata positiva del test del Covid 19, ricoverata da qualche giorno presso il pronto soccorso del nosocomio, dove si era presentata con sintomi influenzali e tenuta in osservazione. Il suo quadro clinico è peggiorato improvvisamente ed è deceduta nella fase di trasferimento in rianimazione.