De Luca conferma: Tocilizumab probabile cura contro il coronavirus

Coronavirus: il medicinale per l’artrite Tocilizumab dà speranza. De Luca conferma i risultati incoraggianti dati dalle prime sperimentazioni.

coronavirus de luca tocilizumab
Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca (Foto di Ernesto Ruscio, da Getty Images)

Il governatore della Regione Campania De Luca conferma le speranze. Il vaccino sembra ancora lontano, ma la lotta contro il coronavirus si fa più agguerrita: in ambiente scientifico arrivano le prime notizie rassicuranti riguardo una probabile cura. E’ da qualche giorno ormai che si parla degli effetti benefici del Tocilizumab contro il coronavirus, anche nei pazienti più gravi. In questi giorni sono state effettutate le prime sperimentazioni nella regione Campania, e oggi De Luca afferma: “I primi risultati che ci arrivano dalla collaborazione tra l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” e l’Ospedale dei Colli direttamente con la Cina sull’impiego di Tocilizumab, farmaco anti-artrite, nei
pazienti contagiati da coronavirus e in condizioni critiche,
sono sempre più incoraggianti“.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, il primo paziente di Codogno riprende coscienza

Lo afferma il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sui social. “È una speranza che arriva da Napoli e dalla Campania in questo momento difficile per l’Italia e per tanti altri Paesi del mondo. Grazie a tutta la nostra sanità, a chi è impegnato per la ricerca delle terapie e a chi è in prima linea quotidianamente negli ospedali e nelle strutture di coordinamento insieme a tutti gli altri uffici per fermare i contagi e per curare le persone. Massimo impegno e massima responsabilità da parte di tutti per uscire dal tunnel”.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, la Germania supera i 2.000 casi. Quarta vittima accertata

coronavirus de luca tocilizumab
(Foto di Andrew Theodorakis, da Getty Images)

Già nei giorni precedenti una task force di esperti aveva lanciato un appello: utilizzare il farmaco come cura contro il coronavirus. Ed estenderlo a tutto il territorio nazionale. “Serve subito un protocollo nazionale per estendere l’impiego di Tocilizumab nei pazienti contagiati da coronavirus e che si trovano in condizioni molto critiche. Il farmaco utilizzato per la cura dell’artrite reumatoie ha dimostrato di essere efficace nel trattamento della polmonite interstiziale causata dal Covid-19”. Sono state chiare le parole di Paolo Ascierto, presidente della Fondazione Melanoma e Direttore dell’Unità di Oncologia Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Isituto Nazionale Tumori IRCCS. A queste prime sperimentazioni, si aggiunge anche il lasciapassare della comunità scientifica cinese. Un farmaco simile era stato già testato dai medici di Wuhan su alcuni pazienti, ottenendo ottimi risultati.