Liberati Luca Tacchetto e Edith Blais: erano stati rapiti nel 2018 in Burkina Faso

Dopo due anni, sono stati finalmente liberati Luca Tacchetto e Edith Blais. Fonti dell’intelligence hanno riferito all’ANSA che la loro liberazione è avvenuta durante un’operazione condotta dall’ONU in Mali.

Tacchetto Blais liberati rapiti
(Photo by OLYMPIA DE MAISMONT/AFP via Getty Images)

L’ANSA è riuscita a venire a conoscenza da fonti qualificate, che Luca Tacchetto e la sua compagna Edith Blais sono stati liberati in Mali. L’italiano era stato rapito e sequestrato insieme alla fidanzata canadese mentre si trovava in Burkina Faso. Nella mattinata di oggi, ci sono stati diversi contatti tra il Ministero degli Esteri Luigi di Maio e il suo omologo canadese. Sia Tacchetto che la sua compagna sarebbero in buone condizioni di salute e in procinto di rientrare per l’Italia. L’operazione è stata seguita dall’Unità di Crisi della Farnesina. Fonti dell’intelligence hanno poi rivelato all’ANSA che i due sono stati liberati in Mali durante un’operazione ONU.

Luca Tacchetto e Edith Blais: la storia di come sono scomparsi nel nulla

Luca Tacchetto e la sua compagna Edith Blais erano improvvisamente scomparsi nel dicembre 2018. Dopo aver attraversato in auto diverse nazioni tra cui Francia, Spagna, Marocco, Mauritania e Mauri, i due erano giunti in Burkina Faso. Il giorno prima della loro scomparsa, si erano recati nella città di Bobo-Dioulasso, dove erano stati ospiti di un amico francese. Qui avevano cenato e poi assistito ad un concerto in uno dei locali più famosi del luogo. 

Tacchetto Blais liberati rapiti
(Photo by OLYMPIA DE MAISMONT/AFP via Getty Images)

Erano ripartiti il giorno dopo per andare a visitare la moschea della città. In seguito sembra che abbiano fatto tappa nella capitale Ouagadougou. Qui dovevano andare all’ufficio immigrazione perché volevano ottenere il visto per visitare Togo e Benin. Il problema è che sono spariti subito dopo aver lasciato la casa del loro amico francese. Da quel momento in poi, su di loro non si ha avuta più quasi nessuna notizia. Anche perché la Farnesina, come nel caso di Silvia Romano, ha chiesto ai familiari di mantenere il silenzio sulla questione per non intralciare le indagini.

Leggi anche: Colpo ai danni di Sergio Leonardi: sequestro milionario ai danni dell’imprenditore

Leggi anche: Coronavirus. Ricoverati Colombo e Cirielli: non possono restare a casa

L’unica notizia vera e propria su questa coppia scomparsa, era arrivata dal Canada a inizio ottobre. Chrystia Freeland, Ministra degli Esteri canadese, durante un comizio elettorale aveva dichiarato di sapere che Edith era viva. Aveva però poi aggiunto che le indagini a riguardo erano molto complesse e non era opportuno fornire maggiori dettagli che avrebbero potuto danneggiare le operazioni per ritrovarla.