Home Politica Coronavirus, Draghi: “Non possiamo permetterci di esitare”

Coronavirus, Draghi: “Non possiamo permetterci di esitare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:43
CONDIVIDI

L’ex presidente della Bce Mario Draghi in un articolo sul Financial Times ha parlato del coronavirus e della situazione sanitaria ed economica.

Coronavirus, Draghi: “Non possiamo permetterci di esitare” – meteoweek

«Stiamo affrontando una guerra contro il coronavirus e dobbiamo mobilitarci di conseguenza», questo è il succo dell’intervista che Mario Draghi, ex presidente Bce ha rilasciato al Financial Times. Ha parlato della necessità di una linea finanziaria espansiva per affrontare i gravi contraccolpi economici provocati dall’emergenza Covid-19. Il coronavirus, secondo Draghi, impone una spesa degli Stati perché le «guerre erano finanziate aumentando il debito pubblico». Di fronte a una «inevitabile recessione profonda», «bisogna proteggere la popolazione dalla perdita dei posti di lavoro», e difendere «la capacità produttiva con immediati sostegni di liquidità». «Di fronte a circostanze non previste un cambio di mentalità è necessario in questa crisi come lo sarebbe in tempi di guerra. Lo shock che ci troviamo ad affrontare non è ciclico. La perdita di reddito non è colpa di chi la soffre. Il costo dell’esitazione potrebbe essere irreversibile. La memoria delle sofferenze degli europei negli anni 1920 sono un ammonimento».

Leggi anche –> L’Unione Europea prenderà in carico 1500 bambini bloccati in Grecia

Draghi ha parlato delle misure straordinarie da prendere – meteoweek

Proprio giovedì il summit dei capi di Stato e di governo dell’Unione europea, in teleconferenza, deve superare le divisioni su come affrontare le conseguenze economiche del coronavirus. In Italia, Francia e altri Paesi del Sud premono per importi ingenti finanziati anche con emissioni di debito comune come i Coronabond. Mentre Germania, Olanda e altri Stati del Nord, non sono d’accordo. Cosa bisogna aspettarsi?