Coronavirus, il virologo Pregliasco: “Isolamento durerà fino a fine aprile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:26

Il virologo dell’Università di Milano Fabrizio Pregliasco ha commentato la situazione attuale dell’Italia, colpita dall’emergenza Coronavirus, facendo anche delle previsioni per il futuro

Fabrizio Pregliasco chi e | carriera | vita privata del ricercatore - meteoweek
Il virologo Fabrizio Pregliasco

Secondo il virologo Pregliasco, intercettato dall’Ansa nel corso della mattinata, l’emergenza coronavirus e il dovuto isolamento dureranno per tutto il mese di aprile. Commentando gli ultimi dati, ha abbozzato una previsione su quanto avverrà nelle prossime settimane. “Realisticamente le aziende e le scuole non riapriranno prima di fine aprile. Stesso discorso per le misure di isolamento sociale. Le misure restrittive e l’isolamento, per ora, si confermano le armi più efficaci. Probabilmente ci saranno vari picchi sul territorio e non un picco di casi”.

“In pratica – ha aggiunto – le misure adottate hanno ottenuto l’effetto di schiacciare la curva epidemica. Ciò comporterà un appiattimento dei dati, che resteranno più o meno stabili per altri giorni. C’è dunque solo un rallentamento della crescita, bisognerà attendere ancora per vedere una effettiva riduzione dei casi. Mantenere le misure attualmente in atto è l’unica strada da seguire per non vanificare gli sforzi”.

Intanto si va verso una proroga della chiusura totale e i divieti di spostamento per altre due settimane, con la possibilità di alcune deroghe, seppur minime, per le aziende. È questa l’ipotesi alla quale lavora il governo in vista del 3 aprile, quando scadrà il decreto firmato il 22 marzo scorso dal premier Conte per fermare il contagio da coronavirus con l’obbligo per tutti di rimanere a casa.  I provvedimenti in vigore sarebbero dunque prorogati con un nuovo Dpcm fino al 18 aprile. Oltre 4mila i casi positivi registrati in Italia nelle ultime 24 ore, i morti sono stati 969 in un giorno solo. Stasera, al consueto aggiornamento dei dati, tornerà il capo del dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli, dopo uno stop di qualche giorno a causa della febbre.

Leggi anche –> Roberto Burioni: “Non resteremo a casa per sempre, ma è ancora presto”

Leggi anche –> Coronavirus, Veneto: farmaci sperimentali e Avigan saranno somministrati a casa

roberto-burioni
Il virologo Roberto Burioni

Anche Burioni è dello stesso avviso: “Restare a casa per non vanificare”

“In questo momento la situazione è ancora talmente grave da rendere irrealistico qualunque progetto di riapertura a breve”. Anche il virologo Roberto Burioni ha consigliato massima prudenza alla luce degli ultimi dati emersi. “Dobbiamo cominciare a pensare a una ripresa delle nostre vite – ha affermato Burioni -, non possiamo continuare a stare in casa al fine di rimanere in casa per sempre. Però dobbiamo anche sapere in questo momento la situazione è ancora talmente grave da rendere irrealistico qualunque progetto di riapertura a breve”.

E aggiunge. “Siccome qualcuno ha difficoltà a comprendere il testo scritto, sono più chiaro. Al momento bisogna stare tappati in casa, altrimenti si vanificano i sacrifici che abbiamo fatto fino ad ora, punto e basta”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui