Crimi, 5 Stelle: “reddito cittadinanza diventi di Emergenza, per tutti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:42

Vito Crimi, il successore del dimissionario Di Maio, rivendica l’importanza del reddito di cittadinanza, cavallo di battagli del Movimento 5 Stelle, e ne chiede l’allargamento a tutti quelli che non lavorano per colpa del coronavirus.

Se in questo momento tutti gli italiani avessero il reddito di cittadinanza, almeno il cibo non mancherebbe a nessuno. Già, perchè in tutta Italia, specie a Sud, la gente inizia a scenderein strada a protestare perchè non può lavorare a causa delle restrizioni volute dal governo per l’emergenza coronavirus, e non ha più soldi per far mangiare i propri figli. Vito Crimi, portavoce del Movimento 5 Stelle al Senato della Repubblica, rivendica la scelta che è stata il cavallo di battaglia dei grillini e replica a chi in questi giorni voleva addirittura cancellarlo il reddito, per risparmiare. “Chi fino a ieri voleva abolire il Reddito di cittadinanza – dice – oggi vuole estenderlo. Dunque avevamo ragione: se 2,5 milioni di persone resistono, è grazie alla misura voluta dal Movimento 5 stelle. Ora lavoriamo insieme a uno strumento analogo per chi è senza reddito: un Reddito di emergenza”.

Leggi anche -> Coronavirus: un milione di ricoveri rimandati

Solo ieri Crimi aveva già dichiarato: “il reddito di cittadinanza sta salvando milioni di persone in questo momento, se non ci fosse oggi avremmo 3-4 milioni di persone ancora più in difficoltà. Dobbiamo estenderlo a tutte le persone che in questo momento non hanno un reddito perchè hanno perso il lavoro o perchè non possono lavorare a causa delle restrizioni”.