Coronavirus, Fontana: “In Lombardia la linea dei contagi non sale più”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:02

Attilio Fontana sembra lanciare un pizzico di speranza nel suo ultimo messaggio d’aggiornamento sulla Regione Lombardia: i contagi sembrano stiano per diminuire, ma rimane fondamentale non abbassare la guardia.

fontana coronavirus contagi lombardia
fotogramma della conferenza stampa via Facebook

Nel consueto appuntamento con la stampa tenuto da Attilio Fontana, il governatore della Regione Lombardia, si è appreso che nell’originaria zona rossa la curva dei contagi stia finalmente arrestando la sua ascesa. “Non ho ancora i numeri ufficiali, ma dalle indicazioni che mi arrivano stiamo proseguendo sulla buona strada. Stiamo mantenendo quella linea di contagio che non è più in salita e non è ancora in discesa, ma non stiamo andando avanti nella progressione”, spiega infatti Fontana.

Una notizia che lascia senz’altro un piccolo sospiro di sollievo, ma non è purtroppo ancora il momento per cantar vittoria: “Non si deve però abbassare la guardia“, ha aggiunto infatti il governatore.

LEGGI ANCHE: Coronabond, il portavoce Mamer: “Spaccatura tra Paesi membri, ci sono problemi”
LEGGI ANCHE: Coronavirus, Di Maio: “Ciascuno la sua parte, politici si taglino lo stipendio”

Per sconfiggere il Coronavirus sono ancora necessarie le “misure rigorose”

Non si può ancora parlare di un’effettiva regressione dei contagi, dunque, e sebbene i dati rilevati stiano comunque facendo ben sperare, rimane fondamentale rispettare le misure e le restrizioni disposte dal governo e dalla Regione.

fontana coronavirus
foto di Pier Marco Tacca/Getty Images

“Purtroppo oggi ho visto più macchine in giro, più gente in giro. Come se molti si fossero sentiti autorizzati dai discreti risultati a non rispettare le norme. Se rincominciamo la vita normale, rischiamo che i numeri tornino ad essere negativi. Stiamo andando benino, manteniamoci ancora rigidi nel rispettare gli obblighi”, ha infatti raccomandato Fontana, sempre contestualmente alla conferenza stampa di oggi.

Che, proprio a tal proposito, ha inoltre sottolineato: “La nostra proposta è di mantenere il contenuto dell’ordinanza ancora valida in Regione, fino almeno alla metà di aprile. Stiamo ragionando con le altre Regioni per mandare delle richieste al governo a Roma che siano più condivise possibile”.

LEGGI ALTRE NOTIZIE DI POLITICA: CLICCA QUI

Questo perché prima di poter finalmente tornare alla normalità, serve prima sconfiggere il coronavirus. E per questo, purtroppo, sembra ci sia ancora molta strada da fare: “Siamo in una fase positiva ma dobbiamo solidificarla“, ha infatti dichiarato Fontana, mentre rispondeva a una domanda postagli da un giornalista. Sottolineando però, ancora una volta, come sia dell’opinione che “si debbano mantenere delle misure rigorose“.