Home Cronaca Coronavirus. Ungheria: pieni poteri a Orban: pugno di ferro contro trasgressori

Coronavirus. Ungheria: pieni poteri a Orban: pugno di ferro contro trasgressori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:28

Il Parlamento ungherese dà a Orban pieni poteri senza limiti di tempo per gestire l’emergenza. La legge voluta è passata coi voti di Fidesz e alcuni dell’estrema destra. Carcere per chi fa girare fake news.

L’Ungheria non ha dispositivi di protezione nè strumenti sufficienti ad affrontare l’emergenza coronavirus, e in più si vocifera che i numeri dei contagi – basso – sia sottostimato. Ora il Parlamento ungherese ha dato a Orban pieni poteri senza limiti di tempo per gestire l’emergenza. Spetterà al presidente determinare quando finirà lo stato di emergenza: chi diramerà “false notizie” rischierà da 1 a 5 anni di carcere. Nel Paese sono soltanto 447 i contagiati da coronavirus e 15 le vittime. Ma Viktor Orban ha chiesto e ottenuto dal Parlamento ungherese pieni poteri per gestire l’emergenza. Nei termini della legge, senza limitazione di tempo, può governare sulla base di decreti, chiudere il Parlamento, cambiare o sospendere leggi esistenti e ha facoltà di bloccare le elezioni. Una specie di dittatura. Hanno votato a favore i deputati di Fidesz ed alcuni dell’estrema destra.

Leggi anche -> Coronavirus: rientrano 1100 studenti italiani

La legge è passata con 138 voti favorevoli contro 53 contrari ed è stata approvata a maggioranza semplice, dopo essere stata bocciata in prima lettura il 23 marzo, allora per il via libera erano necessari 165 sì. L’opposizione ha cercato di far inserire nel testo una limitazione temporale di 90 giorni, garantendo in cambio il suo appoggio, ma Orban ha rifiutato. I dati reali dell’epidemia del Paese, però, potrebbero essere però più alti, anche 15 volte di più. I servizi sanitari effettuano pochissimi tamponi: dall’inizio dell’epidemia ne sono stati realizzati poco più di 13 mila. Negli ospedali mancano tute, guanti e mascherine protettive, e ci sono soltanto 2560 apparecchi di respirazione, in tutto il paese.