Guardare un film insieme a Steven Spielberg in quarantena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:46

Steven Spielberg ha pubblicato un annuncio video per dare il via al nuovo club cinematografico dell’American Film Institute, “un incontro virtuale quotidiano per sfruttare il nostro amore collettivo per il cinema in nome dell’ottimismo in questo momento di incertezza globale”.

Ogni giorno AFI sceglierà un film iconico che il mondo potrà guardare insieme e alcuni avranno anche presentazioni video di ospiti speciali su AFI.com e i suoi canali di social media.

Guardiamo i film insieme

Secondo il sito ufficiale “le selezioni quotidiane di film saranno supportate da fatti divertenti, punti di discussione in famiglia e materiale esclusivo dell’Archivio AFI per arricchire l’esperienza visiva. Il pubblico può continuare la conversazione online utilizzando l’hashtag #AFIMovieClub“.

AFI Movie Club, che ha lo slogan “film da guardare insieme mentre siamo separati”, inizia oggi e puoi visitare il sito ufficiale per scoprire dove è possibile rintracciare un collegamento in streaming a Il Mago di Oz.

Sarebbe stato bello per l’AFI elaborare in qualche modo un accordo per poter ospitare questi film quotidiani gratuitamente sul suo sito Web anziché semplicemente collegarsi a servizi in cui le persone devono pagare per guardarli, ma la società non ha scopo di lucro, quindi probabilmente non hanno denaro disponibile per poter pagare le tasse di licenza associate.

L’obiettivo di AFI è vivere in un mondo d’arte al di sopra dell’ansia”, ha dichiarato Bob Gazzale, Presidente e CEO. “Siamo onorati di avere in testa Steven Spielberg, il più grande narratore dei nostri giorni”.

Si parte con Il Mago di Oz e Steven Spielberg

Quando è stata l’ultima volta che hai visto Il mago di Oz? Il classico del 1939 regge molto bene ed è un’ottima scelta per il primo film dare il via a questa serie di proiezioni per la quarantena. È leggero ed edificante in un momento in cui ne abbiamo più bisogno; i colori vibranti, ricchi e le canzoni iconiche del film sono come un balsamo per le notizie; e se hai dei bambini a casa, è una grande opportunità per condividere con loro un po’ di storia del cinema classico che non sembra fare i compiti.