La vera storia che ha ispirato Shrek

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:25

Chris Farley e David Spade sono stati un duetto comico tra i più divertenti degli anni ’90. Il loro lavoro in tv e in film come Tommy Boy e Black Sheep ha ispirato innumerevoli futuri comici. Secondo il regista di Tommy Boy, hanno persino ispirato uno dei franchise di maggior successo di tutti i tempi: Shrek.

Peter Segal, che ha diretto Chris Farley e David Spade in Tommy Boy 25 anni fa, ha recentemente parlato della realizzazione del film e della sua eredità oggi. In una recente intervista, ha rivelato che sebbene lui e Chris Farley non abbiano mai girato un altro film insieme, non è stato per mancanza di volontà.

“Dopo Tommy Boy, abbiamo ricevuto molte offerte per fare le cose insieme e ovviamente morivo dalla voglia di trovare un altro progetto per noi.” Tuttavia il regista ha spiegato come gli attori siano stati l’ispirazione per il duo iconico di Shrek.

Shrek

Terry Rossio e Ted Elliot, che hanno scritto Shrek, hanno detto: “Sai partendo da chi abbiamo immaginato l’asino e l’orco? Per quanto riguarda la loro relazione? Spade e Farley in Tommy Boy. Ecco perché volevamo Farley.

Alla fine, Chris Farley ha continuato a girare solo qualche altro film dopo Tommy Boy Black Sheep nel 1996, seguito da Beverly Hills Ninja, che è stato rilasciato all’inizio del 1997. Nel dicembre di quell’anno, Chris Farley è deceduto. Il suo ultimo film, Almost Heroes, è stato rilasciato nel 1998. Chris Farley ha anche registrato dialoghi con Shrek prima della sua morte – la sua esibizione può anche essere ascoltata in alcune prime riprese del film. Queste clip rivelano che molti cambiamenti sono stati apportati al personaggio quando Shrek è arrivato nei cinema nel 2001.

Alla fine il ruolo è andato a Mike Myers, mentre Eddie Murphy ha assunto il ruolo ispirato a David Spade dell’asino. Ma è facile vedere come quei due personaggi avrebbero potuto prendere spunti dalla coppia. Entrambi intraprendono molte battute sarcastiche. E la dinamica di entrambe le coppie funziona bene perché i personaggi sono opposti polari in molti modi.