Mine Vaganti | cinque curiosità sul film di Ferzan Ozpetek

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:22

Mercoledì 1 aprile andrà in onda su RaiMovie in prima serata il film Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek con Riccardo Scamarcio, Lunetta Savino, Elena Sofia Ricci, Ilaria Occhini, Nicole Grimaudo e Alessandro Preziosi. Ecco cinque curiosità sul film.

Mine Vaganti, film di Ferzan Ozpetek del 2010, candidato a ben tredici David di Donatello, andrà in onda mercoledì 1 aprile in prima serata su Rai Movie. Per l’occasione, ecco cinque curiosità sul film di Ozpetek che delinea un ritratto contemporaneo e moderno di una famiglia pugliese di “mine vaganti”, cercando di far cadere una serie di luoghi comuni molto radicati nella società italiana.

Leggi anche -> Riccardo Scamarcio | i 5 ruoli migliori dell’attore pugliese

Il trucco di Elena Sofia Ricci

L’attrice Elena Sofia Ricci nel film interpreta un personaggio che unisce le personalità delle tre zie del regista. Tuttavia, per interpretare la zia Luciana ci sono volute due ore di trucco tutti i giorni per invecchiarla a sufficienza da sembrare credibile. A lei è affidata una delle frasi più celebri del film: “È più faticoso stare zitti che dire quello che si pensa”.

La piéce teatrale

Qualche mese fa Ferzan Ozpetek ha realizzato una riduzione teatrale del lungometraggio, ideata per la compagnia Nuovo Teatro di Marco Balsamo in collaborazione con la fondazione Teatro della Toscana. Il cast è composto da Arturo Muselli, Francesco Pannofino e Caterina Vertova. Due degli attori presenti nel film originale, ovvero Giorgio Marchesi e Paola Minaccioni, recitano in ruoli diversi da quelli ricoperti in precedenza. La piéce ha debuttato a gennaio 2020 ed è stata portata in tour in tutta Italia. Alcune date sono state però cancellate a causa dell’emergenza Coronavirus che ha causato la chiusura dei teatri.

Uomini al dente

Il film ha vinto la menzione speciale della giuria del Tribeca Film Festival, festival del cinema di New York fondato da Robert De Niro. La motivazione del premio recita: “Per averci fatto ridere, piangere e immediatamente voler prenotare un viaggio in Italia meridionale ci congratuliamo con Ozpetek e il suo ottimo cast”. Il film ha riscosso molto successo anche in altri Paesi, tra cui la Germania, con cui è uscito con lo strano titolo di Uomini al dente.

Leggi anche -> Nina Zilli chi è | carriera | vita privata della cantautrice

La colonna sonora

Le musiche del film sono composte interamente da Pasquale Catalano, già autore della colonna sonora de Le conseguenze dellamore di Paolo Sorrentino. Il trailer del film è accompagnato dal brano 50mila di Nina Zilli, di cui fu realizzata una nuova versione appositamente per il film. Anche Patty Pravo, di cui è presente in colonna sonora la celebre Pensiero stupendo, in una versione live, compose per Ozpetek l’inedita Sogno.

I riconoscimenti

Il film ha ottenuto 13 candidature ai David di Donatello 2010, vincendo due statuette per i migliori interpreti non protagonisti (Ilaria Occhini ed Ennio Fantastichini). Nello stesso anno ha ottenuto anche il Premio Speciale della Giuria al Tribeca Film Festival di New York. Ha vinto inoltre 5 Nastri di argento e la colonna sonora ha ottenuto ha ottenuto una candidatura al Premio del Pubblico Europeo.