Riccardo Scamarcio | i 5 ruoli migliori dell’attore pugliese

Riccardo Scamarcio, l’attore molto amato di Romanzo criminale, torna a vestire nuovamente i panni di un “cattivo ragazzo” nel film Il ladro di giorni di Guido Lombardi, nelle sale cinematografiche italiane dallo scorso 6 febbraio. Ecco quali sono i suoi ruoli migliori.

Per quanto Riccardo Scamarcio, da bravo caratterista, si sia concentrato spesso su poche tipologie di personaggi, nella sua lunga filmografia (l’attore scherza di voler competere con Alberto Sordi nel numero di film realizzati ogni anno) ha avuto modo di sperimentare e cambiare registro. Ecco quali sono le sue interpretazioni che meglio hanno resistito alla prova del tempo.

Le Mine Vaganti

Considerato da molti uno dei migliori film di Ferzan Ozpetek, ne Le Mine Vaganti Scamarcio interpreta Tommaso, un giovane studente che si è trasferito a Roma dal Salento per completare i suoi studi all’università. Spera presto di tornare a casa in Puglia per ereditare insieme al fratello la gestione dell’azienda di famiglia. Tommaso, sicurissimo che la notizia della sua omosessualità sconvolgerà i suoi genitori, viene sorprendentemente preceduto dal fratello maggiore, Antonio.

Mio fratello è figlio unico

In Mio fratello è figlio unico, celebre film di Daniele Luchetti che nel titolo cita l’immortale canzone di Rino Gaetano, Scamarcio interpreta Manrico Benassi, fratello di Accio. I due sono ragazzi della provincia italiana a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, profondamente divisi sulle convinzioni ideologiche (uno, Elio Germano, fiero comunista, l’altro, Riccardo Scamarcio, di destra) ma innamorati della stessa donna. I due fratelli, originari della provincia di Latina, dovranno sopportare un confronto senza fine fatto di lotte, urla e abbracci tardivi.

Leggi anche: Mob Girl | cosa sappiamo del nuovo film di Paolo Sorrentino

Loro

La monumentale opera di Paolo Sorrentino dedicata alla figura di Silvio Berlusconi (o forse sarebbe meglio dire, alle figure che ruotano attorno a lui) è stata divisa in due capitoli per l’uscita nei cinema. Loro 1 è completamente dominato dalla figura di Sergio Morra, giovane imprenditore tarantino, neanche molto velatamente ispirato al faccendiere Giampi, interpretato da Riccardo Scamarcio. Il suo personaggio è un tuttofare che traffica escort per corrompere i politici locali ed ottenere appalti senza rispettare le normali procedure di assegnazione. Affascinato dalla figura di Berlusconi, sulla sua rubrica il nome dell’ex Presidente del Consiglio è semplicemente: Lui.

Leggi anche: Occhi Blu | Michela Cescon debutta alla regia

Euforia

Euforia è stata la definitiva consacrazione di Valeria Golino come regista, dopo il convincente esordio con Miele. Riccardo Scamarcio nel film è Matteo, ancora una volta un personaggio, dopo il film di Luchetti, segnato da un rapporto conflittuale con il proprio fratello, completamente diverso da lui. In questo caso Ettore, interpretato da Valerio Mastandrea, è un uomo tranquillo e riservato che vive ancora nella piccola città di provincia dove era cresciuto. La scoperta della malattia di Ettore permette a Matteo, carismatico imprenditore, di riavvicinarsi a lui.

Go Go Tales

Il film del 2007 diretto da Abel Ferrara è un divertente gioco cinematografico affollato da attori cari al regista e da personaggi tipici delle commedie nere. Un’opera claustrofobica ambientata in un club di lap dance a Manhattan denominato il “Paradise”. Seguito non ufficiale di King of New York, il film ha fatto discutere per un bacio dato dalla ballerina Monroe (Asia Argento) ad un rottweiler. Riccardo Scamarcio interpreta il Dr. Steven.