Stefania Sandrelli in difficoltà: “Ho bisogno di lavorare per vivere, ho perso tre lavori”

Stefania Sandrelli vorrebbe continuare a lavorare. In un periodo di quarantena l’attrice ha svelato di voler tornare sulle scene per non dover chiedere aiuto economico ai due figli. 

Stefania Sandrelli: “ho bisogno di lavorare”

In uno scenario cinematografico che offre poco spazio a chi ha fatto la storia, capita che personaggi come Stefania Sandrelli risentano della situazione. Non ha bisogno di grandi presentazioni l’attrice nata a Viareggio nel 1946. La sua carriera parte da molto lontano, nel 1961 per l’esattezza. Il successo, mondiale, giunge nel 1967 con il capolavoro diretto da Pietro Germi e intitolato “L’Immorale”.

LEGGI ANCHE ——-> Piero Chiambretti piange Mamma Felicita: le strazianti parole d’addio

LEGGI ANCHE ——-> Coronavirus Chiambretti, contattate 400 persone: Mediaset tranquillizza

Da allora, tanti tantissimi successivi per il cinema, il teatro e la televisione. Oggi l’attrice non vive un bel momento e, costretta come noi tutti al periodo di quarantena, ha esternato il suo malessere. In un’intervista rilasciata a “La Repubblica” l’attrice ha confessato il bisogno, impellente, di tornare a lavorare. Pochi fronzoli, Stefania Sandrelli vorrebbe tornare a lavoro per esigenza economica. In quarantena ha raccontato anche dei sacrifici alimentari:sto mangiando frittelle pugliese con olio e pomodoro e la mia paura è che possa saltarmi un dente. Nella lunga chiacchierata ha inoltre svelato che con i pochi risparmi non sembrerebbe possedere un guardaroba così vasto.

LEGGI ANCHE ——-> Coronavirus, Gessica Notaro a rischio? | Chiambretti positivo

LEGGI ANCHE ——-> Serena Grandi in quarantena da Coronavirus | Era andata a trovare Piero Chiambretti

“Prego affinché si trovi una cura”

https://www.instagram.com/p/Bg8zvaPnc11/?utm_source=ig_web_copy_link

Stefania Sandrelli ha dichiarato di aver perso tre lavori, fondamentali per il suo sostentamento. In un periodo di clausura forzata l’attrice ha così dichiarato: Io vorrei tornare presto sul set. Dopo aver lavorato a 100 film la mia passione per il cinema è rimasta intatta e poi non vorrei pesare sui miei figli, sono sempre stata una persona autonoma e adoro regalare qualcosa ai miei nipoti. Vorrei una vita tranquilla con le piccole gioie.

Vai alla Home di MeteoWeek Spettacolo –> clicca QUI

L’attrice si è poi soffermata sul periodo e sul virus che sta imperversando nel nostro paese: Mi mancano i miei cinque nipoti, abbracciarli e baciarli. Non sono tecnologica, ho fatto videochiamate, faccio la matta, ed è un modo per prendere le distanze dalla paura. Sto pregando affinché si trovi una cura. Ho paura per me e per la mia famiglia e per la gente che non riesce a mangiare. Guardare la gente in tv è straziante, gli anziani sono sempre stati nel mio cuore. Mamma raccontava che da bambina volevo portare a casa tutti i vecchietti che incontravo per strada. Sono anche sopravvissuta all’Asiatica del 1956.