Regolarizzazione, si va verso intesa. Salvini: scenderemo in piazza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:20

Regolarizzazione, si va verso intesa. Salvini: scenderemo in piazza. Si va verso accordo su proroga di 3 mesi del permesso di soggiorno per lavoratori con contratto scaduto

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Proseguono le trattative per la regolarizzazione dei braccianti con contratto di lavoro scaduto. L’ipotesi è una proroga di 3 mesi del permesso di soggiorno. Attualmente gli uffici legislativi dei ministeri stanno definendo un testo che poi i capi delegazione del Governo valuteranno per inserirlo, eventualmente, nel decreto maggio. L’opzione su cui spingevano Teresa Bellanova e Giuseppe Provenzano con il benestare del ministro Lamorgese era di una proroga di 6 mesi per il permesso di soggiorno dei lavoratori con contratto scaduto. Molti di loro hanno perso il lavoro a causa dell’emergenza Coronavirus. Tuttavia, a opporsi, Nunzia Catalfo. E non solo. Anche dalla parte dei pentastellati ci sono divisioni. Vito Crimi, infatti, è contrario alla regolarizzazione. Ora, dunque, si sta valutando l’opzione dei 3 mesi. Tale misura mira a regolarizzare tramite richiesta del datore di lavoro, che dovrà versare contributi al Governo. Questo emendamento riguarda però solo i lavoratori presenti da tempo nel nostro Paese. A quanto pare, i ministri starebbero discutendo della regolarizzazione di circa 300mila persone. Ovviamente non si può prevedere quanti datori di lavoro intenderanno regolarizzare i dipendenti.

Leggi anche:—>Fase 2: ecco cosa è accaduto in Cina che in Italia non deve succedere

Leggi anche:—>Crac Banca Popolare Vicenza, tribunale blocca donazioni Zonin a familiari

Gli uffici legislativi sono al lavoro su un testo che verrà esaminato in giornata per ottenere l’ok definitivo. Matteo Salvini, intanto, minaccia di scendere in piazza con la Lega se dovesse esserci la sanatoria. “Noi seguiamo le regole“, commenta, “come fanno tanti commercianti incredibilmente multati. Nel rispetto delle regole se ci sarà una sanatoria di centinaia di migliaia di abusivi protesteremo a nome degli italiani sia nelle aule del parlamento che fuori dalle aule del parlamento“. E poi parla degli sbarchi:”Sono quadruplicati: ovvio se parli di sanatorie…È criminogena la sola idea di regolarizzare centinaia di migranti. Diverso sarebbe prorogare i permessi scaduti di qualche mese ma una sanatoria indiscriminata sarebbe devastante“.