Home Gossip Alberto Matano non trattiene il dolore | “Orrore e sofferenza”

Alberto Matano non trattiene il dolore | “Orrore e sofferenza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25
CONDIVIDI

Alberto Matano come molti non è rimasto indifferente davanti al terribile video dell’ omicidio di George Floyd, soffocato da un poliziotto durante un posto di blocco. Il giornalista condivide un post su Instagram in cui esprime tutta la sua indignazione 

 

La storia di George Floyd

George Floyd è il nome che sta girando in questi giorni sui social media, tra le pagine dei giornali e sulle emittenti Tv di tutto il mondo. Mentre negli Usa le proteste dilagano al grido “I can’t breathe, anche in Italia Vip, giornalisti e internauti, si stanno unendo in un’espressione comune per dichiarare la propria deplorazione, condividendo post e commentando il fatto, nei salotti televisivi. Tra questi, anche il giornalista Alberto Matano, il quale pubblica una lunga didascalia allegata all’immagine cruenta che sta spopolando nel web.

L’ uomo afroamericano è morto durante un controllo di polizia a cui era stato sottoposto il 26 maggio a Minneapolis, la principale città del Minnesota. Il 46enne, sospettato di aver assunto sostanze stupefacenti, era stato fermato dalla polizia per un controllo. Estratto con la forza dalla macchina e immobilizzato a terra dall’ agente Derek Chauvin, che gli è salito con le ginocchia sul collo, George è morto soffocato, nonostante le richieste d’aiuto: “Non posso respirare, mi state uccidendo”.

Il post di Alberto Matano

Il presentatore de La Vita in Diretta si è aggregato pubblicamente e virtualmente all’urlo di disapprovazione che in questi giorni si sta alzando in tutti i cieli del globo. Matano racconta ai suoi followers quello che ha provato nel vedere le immagini del filmato:

“È da ieri che penso a questa immagine. Il video condiviso tra i primi da @madonna fa ancora più male. Provo orrore, rabbia, sofferenza.
George Floyd è stato ucciso così sull’asfalto a Minneapolis. Aveva 46 anni. Per otto lunghissimi minuti un agente gli ha tenuto il ginocchio premuto sul collo. “I can’t breathe” “non riesco a respirare” ha implorato prima di soffocare.”

LEGGI ANCHE ——–>Alberto Matano, fiocco rosa nella sua vita | Pazzo di gioia

LEGGI ANCHE ——–>La Vita In Diretta colpo di scena | Alberto Matano spodesta la Cuccarini

Il giornalista calabrese poi riporta quello che questa ennesima e impunita storia di razzismo, sta provocando negli Stati Uniti:“Oggi in centinaia hanno manifestatocontro la violenza e il razzismo. Possiamo essere migliori di così. #justiceforgeorgefloyd #stopviolence #stopracism #usa”

Tanti i commenti inviati al noto giornalista italiano, come: “È un orrore, provoca tanta rabbia e tanta tristezza, mi chiedo: come si può essere così crudeli? Ma in che mondo viviamo?”, “Stessa fine gli farei fare….Non vuol essere un’ istigazione alla violenza….Per carità ,me ne guarderei bene dal farlo….Ma solo una profonda esternazione per rabbia e dolore verso quest’ uomo inerte ed indifeso….Essere ignobile e deplorevole….Morirai all’ INFERNO”, oppure “È un immagine tremenda!!!!”