Ennesimo incendio nell’insediamento abusivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37

Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 maggio, i Vigili del Fuoco sono dovuti intervenire per domare le fiamme che hanno distrutto sei baracche.

Borgo Mezzanone incendio

L’ultimo rogo a Borgo Mezzanone il 29 marzo scorso e distrusse una trentina di baracche. Ieri notte, sabato 30 maggio, un nuovo incendio nel villaggio improvvisato, sorto sulla vecchia pista aerea a venti chilometri da Foggia. Sul posto sono giunte quattro squadre di Vigili del Fuoco che per diverse ore hanno dovuto lavorare per domare le fiamme. Nell’insediamento abusivo vivono 1.500 migranti, le baracche andate distrutte sono sei. Nessuno è rimasto ferito, si ipotizza che l’incendio possa essere nato da un corto circuito di uno dei tanti allacci abusivi o di un braciere lasciato acceso per scaldarsi.

Il sindacalista Aboubakar Soumahoro su Facebook

L’attivista sindacale Aboubakar Soumahoro, dell’Unione sindacale di base, ha scritto un intervento su Facebook per parlare dell’accaduto: ”Se nelle campagne continueremo ad essere invisibili, porteremo gli stivali a Roma”. Il sindacalista aveva guidato una protesta il 21 maggio a Foggia, contro la regolarizzazione temporanea dei braccianti impiegati in agricoltura.