Home Gossip Piero Chiambretti, La Repubblica delle Donne chiude: l’indiscrezione

Piero Chiambretti, La Repubblica delle Donne chiude: l’indiscrezione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20
CONDIVIDI

In base alle ultime indiscrezioni sembra che CR4 – La Repubblica delle Donne non andrà in onda la prossima stagione. Per il noto presentatore l’azienda avrebbe pensato a dei nuovi progetti.

Piero Chiambretti – Fonte: Facebook

La Repubblica delle Donne chiude?

In base a quanto riportato da Blogo, sembra che la puntata dello scorso 4 marzo di CR4 – La Repubblica delle Donne, sia stata l’ultima in assoluto della trasmissione. La prossima stagione, infatti, non dovrebbe tornare in onda per motivi di budget. Il programma, ricordiamo, nelle ultime due edizioni ha registrato una media del 4,45% con 881.000 telespettatori nella stagione 2018/2019 e 840 mila spettatori con il 4,22% nella stagione 2019-2020.

La cancellazione di CR4 – La Repubblica delle Donne, però, non comporterebbe l’uscita da Mediaset di Chiambretti. Per il conduttore, infatti, si starebbe pensando a due nuovi progetti. Da un lato uno spin off del suo programma, che si chiamerebbe La repubblica delle bambine. In pratica un programma che verrebbe trasmesso in prime time su Canale 5 per parlare del mondo visto con gli occhi dei bambini. Dall’altro canto si pensa anche ad un programma sportivo in seconda serata.

Piero Chiambretti – Foto fornita da Giorgio Perottino/ Credits: Getty Images

Piero Chiambretti e il coronavirus

Il conduttore è stato uno dei primi volti noti della televisione italiana a fare i conti con il Coronavirus, tanto che Mediaset fu costretta ad interrompere la propria programmazione. A tal proposito Chiambretti, in una lettera scritta al quotidiano La Repubblica ha raccontato: “Il 16 marzo sono stato ricoverato d’urgenza all’Ospedale Mauriziano di Torino per tre focolai di polmonite a causa del Covid-19. Un giorno che non potrò mai dimenticare. Il pronto soccorso, i suoi rumori, la confusione di medici e malati, le barelle, le mascherine, sensazioni di qualcosa che avevo visto alla televisione, ma che dal vivo erano un’altra cosa: più definite, più realistiche e tangibili, che allontanavano il rumore fastidioso delle parole della tv, così vuote e lontane. Passare dall’interessarsi degli sviluppi del virus, ad esserne colpito, cambia la prospettiva in modo netto”.

LEGGI ANCHE –> Piero Chiambretti: “Io, salvato dal Coronavirus dagli angeli in corsia”

LEGGI ANCHE –> Piero Chiambretti guarito dal Coronavirus: le sue prime parole

Il presentatore ha poi proseguito: “La mattina successiva la morte di mia mamma, io miracolosamente ho cominciato a stare bene (grazie Felicita), tanto da essere dimesso dopo una settimana e due tamponi negativi. Era un lunedì pomeriggio, quando impreparato a lasciare l’ospedale sono tornato a casa in taxi in pigiama, considerato che portato via d’urgenza quindici giorni prima a sirene spiegate, non avevo neppure una borsa”.

Piero Chiambretti – Foto fornita da Vittorio Zunino Celotto/ Credits: Getty Images