‘Ndrangheta, polizia in azione: decine di arresti nel Reggino

L’operazione anti-ndrangheta è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria. Gli arrestati sono presunti elementi di vertice, luogotenenti e affiliati alle cosche della ‘ndrangheta Serraino e Libri.

polizia operazione anti ndrangheta

Polizia nuovamente in azione in Calabria in queste ore, per una nuova operazione per cercare di fiaccare le resistenze delle cosche della ‘ndrangheta. Sono dodici le persone finite in manette alle prime luci dell’alba di oggi, grazie al lavoro svolto in maniera incessante dalle forze dell’ordine. L’operazione, messa in atto dagli agenti della Polizia di Reggio Calabria, è stata coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della città calabrese. Tra le persone finite in manette, 11 sono finite in carcere mentre l’ultima ha ottenuto gli arresti domiciliari.

A essere stati arrestati dagli agenti di polizia sono uomini di spicco di due cosche di ndrangheta, i Serraino e i Libri. Si tratta di presunti elementi di vertice, luogotenenti e affiliati alle cosche. Entrambe le “famiglie” mafiose operano nella città di Reggio Calabria e stamani sono stati privati di alcuni presunti elementi di punta. Le accuse nei confronti dei dodici arrestati sono in primis legate all’associazione mafiosa. Ma non mancano altri capi di accusa che ne conseguono, anche in base alle attività che si svolgevano all’interno delle due cosche.

polizia reggio calabria
Agenti di polizia in azione – meteoweek.com

Si parla di estorsione, intestazione fittizia di beni, danneggiamento, porto e detenzione illegale di armi da fuoco e corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio. E poi ancora illecita concorrenza con violenza o minaccia, incendio, aggravati dalla circostanza del metodo e dell’agevolazione mafiosa. Tutti i reati che rientrano nella cerchia dei più contestati e frequenti, quando vengono condotte operazioni contro la criminalità organizzata. Nel corso della mattinata, in ogni caso, il procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri e il questore Maurizio Vallone chiariranno i dettagli nel corso di una conferenza stampa.

Leggi anche -> Cura Italia, il tribunale condanna una banca dopo il veto

Leggi anche -> Roma, frode negli appalti delle forze armate: 31 misure cautelari

In ogni caso, si è trattato di un’indagine molto lunga e che ha previsto un dispiegamento importante di uomini. Durante le fasi esecutive dell’operazione, infatti, sono stato impiegati un centinaio di agenti di polizia per approfondire la vicenda nel più piccolo dettaglio. Sono ancora in corso numerose perquisizioni da parte degli uomini della squadra mobile di Reggio Calabria e del reparto Prevenzione Crimine. Sono già finiti sotto sequestro diversi esercizi commerciali, ma come detto l’operato delle forze dell’ordine prosegue e potrebbe portare a nuovi provvedimenti.