Covid-19: paziente anziano salvato da una cura incredibile

Il lavoratore in pensione ha avuto la febbre il 23 gennaio e il 7 febbraio gli è stata diagnosticata la sindrome Covid-19

Covid-19: paziente anziano salvato da una cura incredibile – meteoweek

Una storia a lieto fine che viene da lontano: un paziente affetto dalla sindrome Covid-19, sottoposto a trapianto polmonare doppio, è guarito ed è stato dimesso oggi da un ospedale di Wuhan, capoluogo della provincia centrale cinese dell’Hubei ed ex epicentro dell’epidemia. Dopo mesi di trattamento, il sessantacinquenne di cognome Cui è stato dimesso dal Renmin Hospital della Wuhan University. Oggi finalmente è salvo e la sua gratitudine è immensa. “Il vostro duro lavoro è davvero apprezzato”, ha detto. Il paziente in pensione ha avuto la febbre il 23 gennaio e il 7 febbraio gli è stata diagnosticata la sindrome Covid-19. L’uomo è stato trasferito in ospedale il 18 marzo dopo essere stato sottoposto anche a ossigenazione extracorporea a membrana (in inglese: Extra Corporeal Membrane Oxygenation o Ecmo). Secondo Lin Huiqing, un chirurgo toracico dell’ospedale dove il paziente è stato in cura, il tampone su Cui è risultato negativio dopo il trattamento ma l’uomo soffriva di fibrosi interstiziale polmonare irreversibile e di insufficienza polmonare e solo un trapianto poteva salvarlo. L’intervento è stato eseguito ad aprile ed è durato più di 5 ore.

Leggi anche –> Russia, sfida a Cina e Stati Uniti nella “guerra del mare”

Leggi anche –> “Michael Schumacher continua a combattere”: parola di Jean Todt

Leggi anche –> Bimbo di due anni investito e ucciso dal padre

Intanto in Italia anche se il virus si è indebolito continua a generare nuovi focolai. Venticinque migranti trasferiti nei giorni scorsi in Basilicata dalla Sicilia, dove erano da poco sbarcati, sono positivi al Coronavirus. Lo hanno accertato i tamponi eseguiti nelle ultime ore. Prima sono risultati positivi tre migranti, oggi si è appreso che sono contagiati altri 22: i 25 sono in isolamento in strutture di accoglienza. La nuova infografica settimanale pubblicata sul portale dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), però, riporta i dati relativi agli ultimi 30 giorni e aggiornati al 20 luglio che confermano il cambio di tendenza dell’ultimo mese: l’età dei contagiati dal Coronavirus continua a scendere e ben sei su dieci malati hanno meno di 50 anni. Il calo è infatti ai 43 anni a fronte dei 61 anni che si registrano da inizio pandemia. Il virus non fa differenze.