Home Cinema Venezia 77 | Tilda Swinton e Ann Hui premiate col Leone d’oro...

Venezia 77 | Tilda Swinton e Ann Hui premiate col Leone d’oro alla carriera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:01
CONDIVIDI

L’attrice Tilda Swinton e la regista Ann Hui riceveranno il Leone d’oro alla carriera durante la 77^  Mostra internazionale del cinema di Venezia prevista dal 2 al 12 settembre.

Manca ormai sempre meno a uno degli eventi più seguiti del mondo del cinema: la 77^ Mostra internazionale del cinema di Venezia. A quanto pare grandi nomi sfileranno sul red carpet anche quest’anno, per ritirare premi prestigiosi come nel caso dell’attrice Tilda Swinton e la regista Ann Hui. 

La motivazione del premio secondo il Direttore Artistico Alberto Barbera

Piano piano inizia a formarsi il calendario con gli appuntamenti da non perdere a Venezia 77, in programma dal 2 al 12 settembre. I nomi di Tilda Swinton e Ann Hui oggi sono i più citati dopo la decisione di premiarle per il loro operato nel mondo del cinema: “La decisione è stata presa dal CDA della Biennale di Venezia, che ha fatto propria la proposta del direttore della Mostra Alberto Barbera”.

Leggi anche: Venezia 77 | Anna Foglietta è la madrina della Mostra cinematografica

Leggi anche: Venezia 77, Cate Blanchett sarà Presidente di Giuria

Come hanno reagito le dirette interessate alla notizia del premio?

I due talenti della settima arte che riceveranno il Leone d’oro a settembre a Venezia, hanno risposto con grande entusiasmo in questi comunicati stampa.
La regista Ann Hui ha dichiarato: “Sono davvero felice di ricevere questa notizia e sono onorata per il premio! Sono davvero felice che non riesco a trovare le parole. Spero solo che nel mondo tutto possa andare nel migliore dei modi e che ognuno possa sentirsi di nuovo felice come io mi sento in questo momento.”

Leggi altre notizie di cinema: Clicca Qui

Mentre, l’attrice Tilda Swinton ha detto: “Porto nel cuore questo grande festival da tre decenni: è con grande umiltà che ricevo questo riconoscimento. Sarà per me una vera gioia venire a Venezia, soprattutto quest’anno, per celebrare l’immortale arte del cinema e la sua ribelle capacità di sopravvivenza di fronte a tutte le sfide che il cambiamento può porre a noi tutti.”