Bologna, trasmette film porno in Piazza Maggiore: denunciato un 24enne

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:09

Una bravata “goliardica” è risultata in una multa salata, per un giovane di Bologna: il ragazzo è stato infatti scoperto dai carabinieri mentre trasmetteva sul maxi-schermo di piazza Maggiore un film porno. Seduti con lui anche gli amici.

film porno piazza maggiore
foto via La Repubblica

Finito nei guai, un 24enne di Bologna. La scorsa notte, insieme ad alcuni suoi amici, il giovane ha trasmesso sullo schermo del cinema all’aperto di Piazza Maggiore un film pornografico, dopo essersi collegato attraverso il suo computer portatile a un videoproiettore privato. Allertati da una segnalazione, i carabinieri si sono subito recati sul posto, verificando l’attendibilità dell’informazione. Il ragazzo, che ha ammesso le sue colpe, è stato dunque denunciato.

Cinema all’aperto trasformato in cinema a luci rosse

La vicenda è successa questa notte, intorno alle ore 2:10. Intento a compiere una bravata, un ragazzo di 24 anni di Bologna ha proiettato sul maxi schermo installato in Piazza Maggiore un film pornografico. Il cinema all’aperto era stato posizionato appositamente in occasione della sedicesima edizione di “Sotto le stelle del cinema”, evento estivo che anche quest’anno è stato inaugurato, nonostante l’emergenza sanitaria, e pieno rispetto delle norme anticontagio.

A segnalare l’episodio a una pattuglia di carabinieri è stata un’anziana donna, che in evidente stato di agitazione ha raccontato ai militari di essersi allontanata dalla piazza perché sul maxi schermo stavano proiettando un film vietato ai minori. Una volta giunti sul posto, il nucleo radiomobile di Bologna ha fermato il giovane, sorpreso a guardare il film in compagnia di una decina di amici, tutti seduti sulle sedie a fondo fila. Il 24enne, di origine italiana, ha confessato di aver commesso il reato, ed è stato denunciato dalle forze dell’ordine. Ora dovrà rispondere all’Art. 68 del Tulps e dell’Art. 726 del Codice penale, atti contrari alla pubblica decenza.

bologna - film porno piazza maggiore
fotogramma censurato del video porno trasmesso in piazza – foto via Il Fatto Quotidiano

Partita una raccolta fondi per aiutare il ragazzo

Al sopraggiungere della notizia, è già partita una raccolta fondi online intitolata “Il prezzo della gloria”. Una campagna mossa dallo stesso Carlo Ferretti, studente universitario e “goliarda” di Bologna, autore della bravata di Piazza Maggiore. “Ho pensato di illuminare la notte della mia città con un bel film a luci rosse, da godermi con gli amici in una notte d’estate”, fa sapere il 24enne.

LEGGI ANCHE:  Lo obbligano a togliere le telecamere dall’azienda: imprenditore derubato di attrezzi e furgone

LEGGI ANCHE: Muore il padre di Toni Scervino: punto dalle vespe mentre era in agriturismo

Un’iniziativa che non è piaciuta però soprattutto alla Polizia, tanto che ora il ragazzo dovrà pagare circa 5mila di multa. Questo allora il motivo della raccolta fondi: il ragazzo chiede infatti “a tutti i simpatizzanti di un gesto di un contributo, per salvare una carriera universitaria e per difendere la libertà di espressione”. Per il momento il goliarda ha già raccimolato 3mila euro.