Boccata d’ossigeno per i contribuenti italiani grazie al “decreto agosto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:44

Chi non ha pagato le tasse il 20 luglio, ma le pagherà entro il 20 agosto avrà un rincaro del solo 0,4%, così il ministro Misiani sul “decreto agosto”.

boccata d'ossigeno per i contribuenti italiani. stop alle cartelle esattoriali

Buone notizie per i contribuenti italiani e per chi deve pagare il mutuo: grazie al “decreto agosto”, slitterà la riscossione delle cartelle esattoriali che riprenderà a pieno ritmo solo da gennaio, si rateizzeranno nel 2021 i versamenti dell’Iva e si prorogherà la moratoria dei mutui che era stata fissata al 30 settembre. Allo studio anche il rinvio della notifica di nuove cartelle e la proroga dello stop ai pignoramenti. Ad oggi sono quasi 300 miliardi i prestiti oggetto della moratoria ed altrettante le famiglie debitrici in difficoltà a rischio di insolvenza, di qui l’ipotesi di una ulteriore boccata d’ossigeno. Per quanto riguarda le partite Iva, il ministro dell’economia Gualtieri sta vagliando l’ipotesi di rateizzare i versamenti a partire dal prossimo anno e di trovare le risorse per coprire quest’anno, nell’ambito della manovra di agosto di 25 miliardi. Non va invece in porto il rinvio della scadenza per l’acconto Irpef del 20 luglio per cui il governo aveva già rinviato le scadenze ordinarie del 30 giugno e del 30 luglio, rispettivamente al 20 luglio e al 20 agosto. Di più non si poteva fare. Il governo ha ricordato che quest’anno è stato definitivamente cancellato l’acconto dell’Irap. Il viceministro dell’Economia Antonio Misiani sottolinea come il governo abbia fatto molti interventi per le piccole e medie imprese, tagliando le tasse di 7 miliardi e mezzo nel 2020. “E’ stata eliminata l’Irap e sono stati introdotti crediti per affitti e sanificazione, no Imu per alberghi, no plastitax, no sugartax”, conclude il ministro Misiani.

LEGGI ANCHE –> Incidente a Mykonos, ragazza precipita con la jeep su una scogliera e muore

LEGGI ANCHE –> Carabinieri arrestati a Piacenza: spuntano i dialoghi tra l’appuntato Montella e il pusher