Home Tv - Serie Tv e Fiction Stasera in tv | 31 luglio | Man in the Dark, la...

Stasera in tv | 31 luglio | Man in the Dark, la pazzia dell’ex marine

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54
CONDIVIDI

Venerdì 31 luglio alle ore 21.20 su Rai 4 andrà in onda il film horror Man in the dark con Jane Levy.

Stephen Lang stars in Screen Gems’ horror-thriller DON’T BREATHE.

Il 31 luglio alle ore 21.20 andrà in onda su Rai 4 il film Man in the Dark diretto da Fede Alvarez con Jane Levy, Dylan Minnette, Daniel Zovatto e Stephen Lang.

Man in the Dark | la trama del film

La giovane Rocky è stanca della sua città, Detroit, decide di pianificare dei furti con i suoi amici Money e Alex. Ed ecco che i tre riescono a trovare una casa perfetta per fare un furto. La dimora appartiene a Norman Nordstrom, vecchio marine cieco, diventato ricco dopo un’eredità, la morte della figlia. Quando il colpo sembra essere ormai fatto, qualcosa va storto, visto che nonostante la cecità, l’uomo aveva sviluppato maggiormente gli altri sensi e la coordinazione, tanto da riuscire a disarmare Money.

Rocky e Alex dopo lo sparo scappano nel seminterrato scoprendo che l’assassina della figlia non solo era tenuta imprigionata ma era stata costretta a subire un’inseminazione artificiale per avere un nuovo erede. Mentre i due cercano di liberare la ragazza, l’ex marine arriva e sparando la colpisce accidentalmente ferendola a morte. Pieno di odio e rabbia verso Rocky cerca di pareggiare i conti…

Leggi anche: Man in the dark | annunciato il sequel del film horror

Man in the Dark | il trailer del film

Leggi anche: Guida tv | Tutti i programmi tv del 31 luglio 2020

Man in the Dark | alcune curiosità sul film

Il regista Fede Alvarez ha dichiarato di star lavorando ad un sequel del film. Stephen Lang ha appena tredici righe di dialogo in tutto il film. Inizialmente, Norman non avrebbe dovuto avere un cane. L’idea nacque nel corso della revisione della sceneggiatura e il cane fu interpretato da ben tre attori a quattro zampe.

Perché vederlo: Thriller e suspance tengono lo spettatore inchiodato davanti alla tv.