Agguato nella notte: morto 44enne e ferito ragazzo di 18 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:39

Nella notte a Rosarno è stato ucciso a colpi di pistola un operaio di 44 anni e ferito il figlio 18enne, attualmente fuori pericolo. E’ caccia all’assassino

Nella notte a Rosarno è stato ucciso a colpi di pistola Antonio Pupo, operaio di 44 anni del Porto di Gioia Tauro. L’ipotesi più attendibile è una violenta lite terminata con l’omicidio dell’uomo.

Quando è avvenuto il fatto il 44enne si trovava in compagnia del figlio di 18 anni che è rimasto ferito in maniera grave. L’uomo è stato trasportato subito al pronto soccorso di Gioia Tauro, però non ce l’ha fatta. Anche il figlio è stato portato presso la stessa struttura ma constatata la gravità delle ferite riportate dal ragazzo, i medici hanno richiesto per il giovane il trasferimento presso l’ospedale di Catanzaro. Qui ha subìto un intervento chirurgico al termine del quale è stato dichiarato  fuori pericolo.

Le indagini

Secondo le prime ricostruzioni colui che ha sparato ha colpito prima il 44enne alla guida della sua auto, prendendolo al collo e alle gambe, poi ha puntato la pistola verso il ragazzo e lo ha colpito all’altezza dell’ascella sinistra. Probabilmente il giovane aveva alzato il braccio per difendersi.

Il 18enne sarebbe successivamente sceso dalla macchina per chiedere aiuto e lanciare l’allarme; il fatto è avvenuto in via Medma poco distante dal Municipio e dal campo sportivo di Piana.

Dopo la segnalazione sono giunti sul posto i carabinieri della Procura di Gioia Tauro e della Tenenza di Rosarno. Gli investigatori hanno interrogato diverse persone per fare chiarezza sulla vicenda e tra questi parenti e conoscenti dell’uomo. Dai primi elementi sembrerebbe trattarsi di conflitti in ambito familiare.

Le ricerche su Antonio Pupo hanno dimostrato che l’uomo era incensurato e che poche ore prima di morire, aveva terminato il turno presso il terminal gioiese. Gli inquirenti attraverso dei dettagli hanno potuto escludere la pista della criminalità organizzata. La Procura della Repubblica di Palmi guidata da Ottavio Sferlazza non si espone sulla vicenda. Per il momento è caccia all’uomo da parte dei carabinieri che potrebbero aver individuato una persona legata all’assassinio di Pupo. Sarà necessario aspettare alcune ore per avere altre notizie sulla vicenda.