Conte: “A cena con Salvini e Fontana? Meglio con Meloni e Zaia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:24

Il presidente del Consiglio svela quali sarebbero le sue scelte per alcuni eventuali incontri informali. “Crimi e Zingaretti li porterei volentieri, abbiamo da discutere delle prossime elezioni regionali”, ha svelato Conte.

conte

Giuseppe Conte non si occupa solo delle questioni più urgenti della politica interna. Il presidente del Consiglio, come ben sappiamo è stato protagonista di un evento a Ceglie Messapica nella giornata di ieri. Qui ha parlato di tante cose, in particolare dell’aspetto legato ai verbali sull’emergenza Coronavirus, che verranno svelati a breve. In ogni caso, Conte è stato anche al centro di una specie di gioco, nel quale è stato coinvolto da Angelo Maria Perrino. Il direttore di Affaritaliani ha chiesto al capo del Governo quali sarebbero quelle persone con cui andrebbe volentieri a cena.

Si tratta ovviamente di esponenti di spicco della politica nazionale, in particolare quelli saliti alla ribalta negli ultimi mesi. In tal caso, Conte ha svelato anche qualcosa di interessante in merito alla politica che andrà messa in atto in futuro. Come nel caso delle elezioni regionali, per le quali incontrerebbe volentieri i reggenti di Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. “Crimi e Zingaretti li porterei entrambi a cena, abbiamo molto di cui parlare anche per la prospettiva delle elezioni regionali”, ha svelato Conte durante la chiacchierata con Perrino.

Niente cena tra Conte e Salvini – meteoweek.com

Ma non ci sono solo Vito Crimi e Nicola Zingaretti nella lista degli invitati di Conte. Si è parlato anche degli esponenti dell’opposizione, che ormai da mesi attaccano senza soluzione di continuità il presidente del Consiglio. “Con Salvini c’è qualche difficoltà di dialogo – ha svelato il capo del Governo – , quindi confido di poter dialogare meglio con la Meloni, però che chiunque sia non mi faccia il problema a quale cena, è una cena istituzionale, a quale ristorante, invito io, inviti tu, insomma che si trovi subito l’appuntamento”.

Leggi anche -> Verbali Cts, Conte: “Pubblicheremo tutto” e poi propone un Ponte sottomarino sullo Stretto

Leggi anche -> Viviana Parisi: troppi misteri, troppi dubbi, troppe ombre

Dunque meglio Giorgia Meloni e Luca Zaia, in un’eventuale cena a tre con Giuseppe Conte a fare da “padrone di casa”. Il governatore del Veneto, secondo il premier, sarebbe un interlocutore e un compagno di mangiate migliore rispetto a Fontana. A proposito di Movimento 5 Stelle, invece, il capo del Governo dice che “con Di Maio sono stato spesso a cena anche qualche giorno fa, con Di Battista mai”. Quindi andrebbe a cena con quest’ultimo, così come preferirebbe Grillo a Casaleggio. Con il comico ligure “si affronta il futuro, si parla di tante innovazioni tecnologiche, senza nulla togliere ovviamente a Davide Casaleggio”.