Azzolina, ancora una gaffe: scrive “infrazione” invece di “effrazione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:51

Il ministro dell’istruzione ha commentato l’assalto a una scuola nel Foggiano, ma ha sbagliato un paio di vocaboli. E non potevano mancare gli sfottò social nei confronti della Azzolina dopo questo errore.

azzolina

Lucia Azzolina ne ha combinata un’altra delle sue. Il ministro dell’istruzione si è reso protagonista, nella giornata di ieri, di una nuova gaffe direttamente sui suoi profili social. Il tutto, ancora una volta, nel tentativo di commentare con la sua consueta verve gli ultimi fatti che accadono al mondo della scuola. Questa volta, è stato il profilo ufficiale su Twitter della Azzolina a contenere lo strafalcione. Un errore che non poteva passare inosservato, specialmente per un popolo come quello del web, sempre attento alle gaffe commesse dai membri del Governo Conte.

Tra le altre cose, il tema sul quale la Azzolina è inciampata era particolarmente serio. Un nuovo assalto ai danni di una scuola, l’istituto Virgilio – Salandra di Troia, in provincia di Foggia. Un episodio sul quale era giusto alzare i toni, visto che ancora una volta una scuola è finita nel mirino dei vandali. Tuttavia, questa volta la notizia che arriva direttamente dalla Puglia è passata in secondo piano, almeno sul piano dei social. Perchè il ministro dell’istruzione, suo malgrado, ha preso la scena con un errore che è stato individuato in maniera immediata.

L’IC “Virgilio – Salandra” di Troia (FG) ha subito un’infrazione ad opera di ladri che hanno fatto dei danni, per fortuna piccoli ma pur sempre meritevoli di condanna. Ho sentito la DS Maria Michela Ciampi, al lavoro per la ripartenza, per rinnovarle la vicinanza del Ministero“. Questo è il post incriminato da parte della Azzolina, la quale commette una prima gaffe già visibile. L’utilizzo del termine “infrazione” al posto di “effrazione” è stato oggetto di diversi commenti ironici e sarcastici ai danni del ministro dell’istruzione. E lei ha dovuto incassare.

Il ministro Azzolina ne ha combinata un’altra – meteoweek.com

Al ladro, quando lo beccano, gli chiederanno “concilia?”“, scrive un utente di Twitter. E poi non manca l’ironia, sempre sul termine errato usato dal ministro: “Infrazione? È passato col rosso uno dei banchi con le rotelle, scappato dall’istituto?“. E c’è chi prova a glissare, ma non senza usare l’arma dello sfottò nei confronti della Azzolina: “La situazione si fa grammatica“. Ma non è solo questo l’errore che viene imputato al ministro dell’istruzione. Ci sarebbe anche un altro passaggio del tweet, anche se in questo caso, più che di errore, si parla di un utilizzo appropriato dei termini.

Leggi anche -> Quanto guadagnano i nostri politici? Facciamo i conti

Leggi anche -> Bonus in Parlamento, ecco il primo leghista: reddito a sei cifre e diverse proprietà

Ministro, io ho preso a stento un diploma di ragioneria ma anche io so che si dice “passibili di condanna”“, si legge in un altro tweet di risposta. La Azzolina, invece, aveva parlato di vandali ‘meritevoli di condanna’. E non manca l’attacco frontale nei confronti del ministro, forse anche con un po’ di strumentalizzazione da parte di chi vota un partito diverso. “Forse quando avrete finito di distruggere la scuola sarà normale esprimersi come Lei, ma per ora cerchi di rivedere il lessico“, si legge in quello che possiamo definire il tweet più polemico in assoluto.