Quando la deputata leghista disse: “I 600 euro sono un’elemosina”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:00

Elena Murelli, la deputata della Lega che è stata sospesa, aveva pronunciato un discorso in Parlamento. Qualche giorno dopo avrebbe dichiarato che il Governo “pur di tenersi le poltrone ha importato il Coronavirus”.

elena murelli deputata

Il caso dedicato ai furbetti del bonus partita Iva continua a tenere banco nella scena politica italiana. Anche perchè nel frattempo sono venuti alla luce i nomi dei primi due parlamentari che avrebbero richiesto e ottenuto l’incentivo. Si tratta di Andrea Dara (che la nostra redazione ha provato a contattare, senza successo) e di Elena Murelli. Quest’ultima non si è resa protagonista solo di questo gesto, che dal punto di vista umano è a dir poco rivedibile, visto il suo reddito da oltre 100mila euro l’anno. Ma da parte della deputata sono venute fuori altre uscite tutt’altro che esaltanti.

Come quella legata a una sua deposizione in Parlamento, proprio nei giorni in cui è stata ufficializzata l’emanazione di questo bonus. Un incentivo per i lavoratori autonomi titolari di partita Iva, con 600 euro al mese per i mesi di marzo e aprile. Un incentivo che sarebbe salito a 1.000 euro a maggio, ma solo nel caso in cui l’autonomo avrebbe rispettato alcune linee guida. Eppure Elena Murelli non sembrava particolarmente d’accordo con questa misura. Una misura che, con il passare del tempo, la deputata della Lega avrebbe cercato di ottenere, con successo.

Sono stati fatti errori enormi – dichiarava la deputata del Carroccio in Parlamento – . Durante la pandemia in particolare, sul piano medico e sanitario. Non voglio fare demagogia e strumentalizzazioni, ma voglio porre l’accento sulla situazione in atto. Siamo ancora qui a piangere i nostri morti, abbiamo fatto e chiesto mesi di sacrifici, chiudendoci in casa. E abbiamo accettato l’elemosina dei 600 euro, oltre ad attendere e penare per la cassa integrazione, che ancora deve arrivare“. Dunque l’elemosina da 600 euro, ovvero quella che la stessa Murelli ha richiesto e ottenuto.

Elena Murelli – meteoweek.com

Nel frattempo, però, la Lega ha deciso di sospendere la deputata, insieme al suo collega di Montecitorio Andrea Dara. Ma nel suo discorso in Parlamento, in cui ha elencato tutti gli errori che a suo dire sono stati commessi dal Governo durante il lockdown, la Murelli ne aveva anche per altre questioni. Come gli aiuti europei, che alla fine sono stati importanti e ricchi, ma che secondo la deputata erano “una fregatura“. Tanto da dire: “Ci hanno dato denaro chiedendoci di togliere Quota 100 e di investire monopattini in arrivo dalla Cina“. Niente di più sbagliato.

Leggi anche -> Bonus Covid: ecco i due deputati sospesi dalla Lega

Leggi anche -> Di Maio: “Il Movimento 5 Stelle rinuncia alla privacy, i furbetti si dimettano”

Non mancavano i cori di dissenso durante il discorso della Murelli. Che nel frattempo rincarava la dose, attaccando in maniera scorretta ed eloquente il Governo: “Siccome stiamo uscendo da questa situazione di emergenza, e non sapete come mantenere la poltrona, allora importate il Covid“. E poi l’inevitabile attacco, specialmente da componente del partito guidato da Matteo Salvini, legato alla situazione dei migranti. Insomma, una serie di scivoloni che sono diventati ancor più gravi se consideriamo ciò che nel frattempo la Murelli ha messo in atto.