Elena Murelli dopo aver percepito il bonus: “La gente muore di fame…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:52

La deputata della Lega, uno dei furbetti che ha ottenuto l’incentivo da 600 euro, parlava così in una diretta con altri colleghi del Carroccio. “Il Governo non sta facendo nulla, non sanno cosa significhi lavorare”, sosteneva Elena Murelli.

elena murelli

Lo sappiamo molto bene: talvolta i politici si fanno carico delle preoccupazioni e delle paure dei cittadini, semplicemente per motivi di ordine elettorale. Non sempre si tratta infatti di un reale interessamento alle vicende del popolo. Lo abbiamo visto accadere molto spesso e il timore è che diventi un vero e proprio mantra per la classe politica italiana. Ovvero il fatto di annunciare l’intenzione di lottare per i diritti dei propri connazionali, senza però farlo veramente. E in un certo senso, per i parlamentari che hanno richiesto e ottenuto il bonus da 600 euro, si può parlare in questi termini.

Anche perchè, proprio l’incentivo per i lavoratori autonomi titolari di partita Iva è stato oggetto di un lungo dibattito. Una serie di confronti ai quali ha preso parte, tra gli altri, anche Elena Murelli. Proprio la deputata leghista, uno dei cinque furbetti colti in castagna dopo l’indagine condotta e pubblicata da Repubblica. Non più tardi di un paio di mesi fa, Elena Murelli parlava in certi termini proprio del bonus per le partite Iva. E lo faceva come se non fosse direttamente coinvolta da questo incentivo. E ancora una volta, ci siamo resi conto di quanto i politici tendano a esporsi pubblicamente, con il rischio di fare brutte figure.

Questo è quanto diceva Elena Murelli nel corso di una diretta, svoltasi a maggio. Al suo fianco vi era anche Manuel Vescovi, senatore anch’egli della Lega, in un incontro virtuale organizzato dall’Accademia federale del Carroccio. Il tema riguardava proprio l’insofferenza crescente da parte dei lavoratori, per nulla tutelati dal Governo. E la Murelli parla di alcuni episodi avvenuti a Torino e a Lodi: “Ci sono tante attività che sono in protesta. Ci sono state anche delle risse, gli ambulanti si sono ribellati e sono fioccate anche delle multe“, ha detto la deputata.

Elena Murelli – meteoweek.com

Dopodichè si entra nel vivo della chiacchierata. Elena Murelli attacca senza mezzi termini l’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, per la gestione del rapporto con i lavoratori. Ed è qui che entra in gioco il tema del bonus per le partite Iva, insieme alla cassa integrazione: “Nessuno è contento dei decreti che il Governo sta emanando. Sta solo promettendo usando verbi al futuro, ma nulla è stato fatto. In primis la cassa integrazione, che in molti non hanno ancora ricevuto. Ora è venuto fuori che questa può essere richiesta 30 giorni dopo l’uscita in Gazzetta Ufficiale. Senza soldi la gente come fa a vivere?“.

Leggi anche -> Quando la deputata leghista disse: “I 600 euro sono un’elemosina”

Leggi anche -> Avviso di garanzia per Conte e sei ministri per la gestione dell’emergenza Covid

Insomma, un nuovo attacco frontale da parte di un deputato che, pur non avendone bisogno, ha tratto benefici proprio da uno dei decreti emanati dal Governo. Quegli stessi decreti attaccati a spada tratta dalla stessa parlamentare. Ma non basta, perchè Elena Murelli ha voluto anche lanciare un’invettiva al Movimento 5 Stelle: “Non viviamo su un altro pianeta, non siamo alieni. Noi abbiamo sempre pagato le tasse, abbiamo avuto un lavoro, cosa che molti che sono al Governo non hanno mai avuto e non sanno cosa voglia dire lavorare e pagare le tasse. Tutti sacrifici che i nostri genitori e i nostri nonni hanno fatto“.