Covid, bimba di 5 anni intubata «Grave sindrome a sangue e reni»

La bimba di 5 anni ricoverata in terapia intensiva pediatrica a Padova è risultata positiva al Covid-19. La piccola non avrebbe patologie pregresse. L’Azienda ospedaliera di Padova, ha sottolineato: “Al momento ci sono due dati di fatto: la gravità della paziente e la positività al coronavirus. Ma non sappiamo se queste due circostanze siano collegate”.

Bimba di 5 anni ricoverata a Padova per covid 19 grave patologia sangue e reni

Il caso della bimba ha destato ovviamente molta preoccupazione per via dell’età. C’è l’esigenza di definire con precisione la patologia e la sua genesi, con le cause e gli effetti. La bimba è arrivata giovedì in pronto soccorso pediatrico con una grave insufficienza respiratoria ed è stata poco dopo intubata e trasferita in terapia intensiva. Le è stata riscontrata anche una patologia di tipo renale, per cui i medici stanno cercando di capire se sia in qualche modo connessa al Sars-Cov2. Il direttore dell’Azienda ospedaliera Luciano Flor ha chiesto cautela e ha assicurato: “Stiamo lavorando, la situazione è sotto controllo”.

Bimba di 5 anni positiva coronavirus grave patologia sangue reni


LEGGI ANCHE:


Le condizioni della bimba

La piccola è intubata e le sue condizioni sono gravissime. È ricoverata nella terapia intensiva dell’ospedale universitario di Padova, ed è la prima di questa età. La bimba, accolta in un primo momento dal pronto soccorso pediatrico, è stata trasferita nella Terapia intensiva diretta dal dottor Tiberio Ivo, dove, al momento, sono ricoverati altri 3 pazienti affetti dal virus (uno in fase di dimissione).

Bimba 5 anni positiva covid 19 gravi condizioni sindrome sangue e reni

La sindrome

Secondo le informazioni, la piccola non soffriva di patologie pregresse e non sarebbe nemmeno rientrata dall’estero nei giorni scorsi. Ad allarmare i medici una circostanza in fase di studio in queste ore: quando la bimba si è presentata in pronto soccorso, con grave sofferenza respiratoria, le è stata anche riscontrata una sindrome emolitico-uremica (una forma di patologia a carico di sangue e reni, che di solito è associata a infezioni gastrointestinali). I medici stanno cercando di capire se la sindrome sia stata scatenata dal Covid (come sembra accadere per la sindrome di Kawasaki) — il che rappresenterebbe un primo caso mondiale — oppure da altro tipo di patogeni.