Portogruaro, 40 migranti in fuga tra i campi: scaricati da un Tir clandestino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:40

Rotta clandestina, a Portogruaro 40 migranti si mettono in fuga dopo essere stati scaricati da un tir. Le forze dell’ordine stanno setacciando l’area interessata e le zone limitrofe: fondamentale sottoporre i clandestini ai controlli anti Covid.

Portogruaro migranti tir
foto di archivio

Non solo sbarchi. Sono diversi i migranti che, per scappare da una situazione di estremo disagio, cercando quindi di raggiungere il nostro Paese, si affidano a delle rotte clandestine che gli permettono di affrontare delle lunghe odissee anche via terra. Proprio nelle scorse ore, si è registrato un ultimo caso di arrivo clandestino, un episodio risultato dalla cosiddetta tratta balcanica che permette ai migranti di spostarsi dai Paesi del Nordest.

Scaricati da un tir poco dopo superata l’autostrada di Portogruaro, molti di loro sono dati ancora per dispersi, mentre una manciata di migranti è stata bloccata dagli uomini delle forze dell’ordine impegnati nelle ricerche.

Portogruaro, continuano le ricerche dei clandestini

Secondo quanto si apprende dalle fonti, un gruppo di 40 clandestini è stato scaricato questa mattina da un camion appena uscito dall’autostrada, dopo il casello di Portogruaro (comune di Venezia). Sull’episodio sono ora impegnate le forze dell’ordine, che stanno tentando di rintracciare i migranti scappati per i campi poco prima dell’arrivo delle autorità, e di risalire al percorso di quello che pare essere un ramo della rotta balcanica.

Portogruaro migranti scaricati da un tir
foto di archivio

Sono ancora una trentina gli immigrati dispersi. Poco dopo l’arrivo degli agenti, infatti, erano 5 i clandestini che, dopo qualche ricerca, erano stati rintracciati, fermati e portati in commissariato per il riconoscimento. Qualche ora dopo – si parla di poco prima dell’ora di pranzo – sono stati poi fermati altri altri 6 pachistani (facenti probabilmente parte dello stesso gruppo) nei pressi di Summaga.

LEGGI ANCHE: Viviana Parisi, parla il medico legale: “Strangolamento? Solo fratture sul corpo della dj”

LEGGI ANCHE: Covid, parla un ragazzo della festa a Porto Rotondo: 500 persone e poche mascherine

Data la delicatezza del periodo, che non accenna a scrollarsi di dosso un’emergenza sanitaria di gravissima portata, i migranti fermati dovranno ora essere seguiti anche dall’Ufficio Igiene, così da poter essere sottoposti ai necessari controlli anti Covid. Fondamentale anche per questo, allora, è rintracciare il prima possibile anche coloro che, scesi dal tir clandestino allo svincolo di Portogruaro, mancano ancora all’appello. Sul caso stanno lavorando attivamente anche gli uomini della Polstrada, intenti soprattutto ad acquisire tutte le immagini utili fornite delle telecamere montate sul tratto della A4 e della A28.