Salvini replica a Zingaretti: “Il Pd è una catastrofe per gli italiani”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:02

Il leader della Lega non le manda a dire al segretario dem. Secondo Salvini, il Pd non piace agli italiani. E Zingaretti è “il governatore meno apprezzato d’Italia secondo le statistiche”.

salvini

Non potevano farsi attendere le parole di risposta di Matteo Salvini. Il leader della Lega era finito al centro di un nuovo attacco da parte di un esponente della maggioranza, ovvero Nicola Zingaretti. Secondo il segretario del Partito Democratico, in visita ieri a Cecina per sostenere il candidato governatore di regione Giani, il numero uno del Carroccio sarebbe una catastrofe al Governo. Parole che hanno colpito nell’orgoglio Salvini, il quale ha risposto a sua volta da Faenza, dove si svolgeranno a settembre le elezioni per il nuovo sindaco.

L’ex ministro dell’interno non ha usato giri di parole per scagliarsi contro Zingaretti. E alla base dell’invettiva da parte di Salvini ci sarebbero, a suo parere, alcuni dati difficili da contrastare. “Il governatore meno apprezzato d’Italia – spiega il leader leghista – secondo le statistiche de Il Sole 24 Ore e famoso per aver acquistato mascherine fantasma, parla di catastrofi in caso di vittoria della destra. Negli ultimi due anni, il centrosinistra ha perso 8 elezioni regionali su 9, è crollato alle Politiche e alle Europee“.

Matteo Salvini continua il suo giro d’Italia – meteoweek.com

Zingaretti, nel suo intervento da Cecina, aveva sostenuto che “il Pd con le sue alleanze in tutte le regioni è la vera alternativa a Salvini e alle destre. Io che giro l’Italia tutti i giorni sono testimone oculare delle catastrofi amministrative che si determinano nelle città quando la destra vince“. Non si è fatta attendere la replica dell’ex guardasigilli, il quale sostiene che in realtà il Partito Democratico non è così forte come crede il suo segretario. “Il Pd non piace agli italiani – la replica – , che lo ritengono una catastrofe, ma magari è gradito ai francesi ai quali affida il trasporto pubblico in Toscana“.

Leggi anche -> Zingaretti attacca Salvini: “Con lui al Governo sarebbe stata un’ecatombe”

Leggi anche -> Perchè i mille contagi di maggio sono diversi da quelli registrati ieri

Ma come abbiamo detto, questo è soprattutto periodo di campagna elettorale. E Matteo Salvini ha deciso di ripartire da Faenza per sostenere il candidato sindaco Paolo Cavina. Lasciata la Toscana, dove adesso è “di scena” proprio Zingaretti con il Pd, il leader della Lega spinge il suo candidato, con la speranza di sconfiggere il nemico di centro-sinistra. “Ringrazio Paolo e il suo gesto “folle” di candidarsi sindaco. A Forlì abbiamo visto il cambiamento: gente che ha votato a sinistra per una vita oggi si avvicina a noi. Il Pd – conclude Salvini – ormai è il partito dei banchieri“.