Muore al sesto mese di gravidanza, a 34 anni: avviata l’inchiesta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:06

Mariangela Simona Colonnese si era presentata due volte presso l’ospedale Annunziata di Cosenza lamentando forti dolori addominali. Il marito ha presentato una denuncia alla Polizia di Stato.

Undici le persone iscritte nel registro degli indagati, tra medici e infermieri, per la morte di Mariangela Simona Colonnese. La donna, 34 anni, era incinta al sesto mese di gravidanza: la tragedia è avvenuta lo scorso 20 agosto nel reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale Annunziata di Cosenza. L’iscrizione nel registro degli indagati dei medici e degli infermieri é stata decisa nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Cosenza per accertare eventuali responsabilità per la morte della donna. I medici e gli infermieri indagati sono quelli che hanno seguito direttamente il suo caso.

LEGGI ANCHE -> Lettera di una ragazza positiva: “Una notte in discoteca, ora abbiamo tutti il Covid”

LEGGI QUI -> Si sente male a cena, lo ricoverano, viene dimesso: poi muore

Mariangela Simona Colonnese si era presentata lunedì scorso in ospedale lamentando forti dolori addominali. Dopo essere stata sottoposta ad un primo trattamento terapeutico, la donna era stata dimessa. Il mercoledì successivo si era ripresentata in ospedale lamentando un’accentuazione dei dolori. Giovedì il decesso, in merito al quale il marito della donna ha presentato una denuncia alla Polizia di Stato che ha fatto scattare l’inchiesta della Procura. Mercoledì sarà conferito l’incarico ai medici legali che eseguiranno l’esame autoptico. L’Azienda ospedaliera, intanto, ha avviato un’indagine interna, mentre il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha disposto l’invio di un’ispezione in ospedale per l’accertamento dei fatti.