Home Cronaca Giachetti (IV): Calenda sarebbe perfetto come sindaco di Roma

Giachetti (IV): Calenda sarebbe perfetto come sindaco di Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:56
CONDIVIDI

Roberto Giachetti parlamentare di Italia Viva afferma che la Roma del futuro potrebbe avere proprio il volto di Carlo Calenda. “Lui sarebbe il perfetto sindaco della capitale”.


“Io credo che Carlo Calenda sarebbe perfetto: capacità ed esperienza di governo, sensibilità istituzionale, proveniente dal mondo delle imprese lui sarebbe il perfetto sindaco di Roma”. Lo afferma il parlamentare di Italia Viva Roberto Giachetti, candidato dem alle scorse elezioni capitoline, in un’intervista al Tempo. La Leopolda romana “sarà proprio il momento del confronto”. Prima di trovare i nomi, che comunque mancano, dobbiamo identificare la visione della Roma del futuro. Capire quali sono i cambiamenti più importanti da porre e cosa è stato sbagliato nelle amministrazioni precedenti. E il momento è adesso, spiega Giachetti.

Leggi anche -> Caso Parisi: il piccolo Gioele poteva essere vivo il 4 agosto

Leggi anche -> Conflitto a fuoco tra poliziotti e rapinatori: uomo resta ferito per errore

Giachetti: il problema a Roma sono i 5Stelle

“Due messaggi devono essere estremamente chiari. Il primo: a Roma il problema non è Virginia Raggi ma i 5Stelle e chi propone accordi strutturali con loro per le comunali non potrà ricevere il nostro sostegno. Il secondo: se il Pd pensa per Roma di adottare il metodo del confronto come in Toscana, noi ci siamo”, assicura Giachetti. “Ma se pensa di usare quello Puglia, con Emiliano da prendere o lasciare, o, peggio ancora, quello Liguria con la scelta di Ferruccio Sansa insieme ai 5Stelle, allora Italia Viva andrà per conto suo. E a Roma non siamo di certo irrilevanti”. Così, anche sulle precedenti elezioni Comunali di Roma, afferma di essere stato candidato sindaco, di aver corso contro la Raggi, di averci sperato. “Intanto però D’Alema raccoglieva i curricula per la composizione della Giunta grillina”, dichiara ancora Giachetti. Il problema di Roma secondo il parlamentare sarebbe un blocco di potere che si protrae da anni. “Qui il problema non è Virginia Raggi in sé”. Chi oggi dice di essere favorevole ai 5Stelle ma no alla Raggi sta prendendo in giro tutti gli elettori. Così non è più possibile, serve una svolta. Carlo Calenda potrebbe davvero avere tutte le carte in regola per sistemare molti dei problemi della capitale.