Irma, la defunta con il medio alzato: una foto “originale” sul manifesto funebre

A Rimini fa discutere la foto “originale” su un manifesto funebre: propone un’immagine della defunta con il dito medio alzato. Si tratta di Irma Filomena Nanni, di 84 anni. “Volevamo rappresentare nostra mamma nel migliore modo possibile”, spiega Daniela Mancini.

irma nanni - MeteoWeek.com
Irma Filomena Nanni – MeteoWeek.com

Irma Filomena Nanni, 84 anni, appare così, con il medio alzato, e subito si fa riconoscere tra i manifesti funebri di Rimini. La signora, venuta a mancare il 18 agosto, non passa inosservata grazie all’inusuale scelta della foto adottata dai suoi cari: i figli Daniela, Monica, Luigi e Valter, i nipoti Yuri, Nadia, Nadir e Naser, che “addolorati danno il triste annuncio”. I funerali sono stati celebrati il 20 agosto nella camera mortuaria del cimitero di Rimini. Intanto la foto fa discutere, ma subito Daniela Mancini spiega le sue intenzioni: “Volevamo rappresentare nostra mamma nel migliore modo possibile. Non è stata una disposizione sua, ma mia e dei miei figli. Mia mamma e mio babbo erano nati tutti e due a Rimini. Lei faceva la pastora, insieme a lui per molti anni, fino a che non siamo venuti noi quattro figli al mondo. Poi ha fatto altri lavori, anche le pulizie nelle case. Io abito a Spadarolo, ma lei, che è stata cremata, ha scelto una funzione laica per l’addio: non era religiosa, anzi i preti le erano invisi”. Così, quel medio alzato, starebbe a rivendicare una personalità forte e autonoma, da sempre caratteristica di Irma: “Mia mamma è nata nell’epoca sbagliata, è stata una specie di femminista ante litteram, aveva una grande apertura mentale, ed era un tipo originale. Ad esempio, se osavi alzare le mani te le ridava, uomo o donna che fossi; se il marito l’avesse tradita l’avrebbe ripagato della stessa moneta e così via. A noi figli ha sempre detto: ‘Non fatevi mettere i piedi in testa da nessuno’. Le ceneri saranno al cimitero di San Maria in Cerreto, dove abita mia sorella. Utilizzeremo la stessa foto del manifesto per la lapide funeraria”.


LEGGI ANCHE -> Muore noto dentista: eredità da un milione alla badante 27enne. Adesso indagata

LEGGI ANCHE -> Ronaldinho torna libero: per l’ex campione di calcio finiscono gli arresti domiciliari in Paraguay


Anche i suoi cari, a quanto pare, non mancano di carattere. Nonostante le prime frenate da parte dell’agenzia funebre per il tipo di richiesta, la famiglia non si è fermata e ha rivendicato con convinzione: è quella la foto che meglio rappresenta la donna scomparsa. La mancanza di un regolamento specifico per un caso così inusuale ha fatto il resto. E così ora Irma mette la sua firma “originale”, volente o nolente, su una pratica solitamente ben codificata. A commentare la scelta anche diversi utenti della pagina Facebook “Matti di Rimini“, sulla quale è finita la foto della donna. Molte le reazioni contrastanti, come prevedibile. Nei commenti si passa dagli apprezzamenti (“Grande Irma, a modo tuo hai fatto sentire la tua presenza sia da viva che da morta!”, “Sei una meraviglia Irma, riposa in pace”) alle reazioni stizzite (“Foto irrispettosa verso una signora che non c’è più”). Per i detrattori, comunque, ci sono le risposte decise dei famigliari, pronti a difendere a spada tratta la loro scelta: “Sono la figlia, lei spara sentenze senza sapere di chi sta parlando”, risponde Daniela rendendo onore al carattere della madre.