Kim Jong-un ricompare in pubblico, ma la Corea è in crisi economica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:11

Nuova ondata di voci sulla salute del Maresciallo, che riappare a una riunione del Politburo in uniforme estiva. Ma il paese è in difficoltà e tiene in apprensione la popolazione: l’economia va male e un tifone è atteso a breve

Kim Jong-un ricompare in divisa estiva

Nel fine settimana si sono rincorse le voci sulla salute di Kim Jong-un. Tutto è partito da un ex diplomatico sudcoreano convinto che il Maresciallo sia in coma da mesi. A seguire, l’indiscrezione è stata cavalcata da un paio di testate poco attendibili e per niente informate negli Stati Uniti: la tv Fox News e il tabloid New York Post. Ad agosto Kim Jong-un è comparso 11 volte in pubblico. Improbabile che tutte le immagini e i filmati siano stati fabbricati dalla propaganda per tenerlo in vita.

Ieri Kim è ricomparso a una riunione del Politburo con la solita uniforme estiva: giacca bianca a mezze maniche, senza camicia. Sigaretta in mano, da contorno. Ci si potrebbe chiedere – ricostruisce il Corriere della Sera – se fuma per nervosismo o per beffarsi di chi lo dice in coma. Kim dunque sta bene, per essere un uomo visibilmente obeso e con precedenti di gotta e ipertensione (diagnosticati a distanza dall’intelligence medica occidentale). Non sono per niente in buona salute invece il suo Paese e il suo popolo. Qui, numeri alla mano, i dolori sembrano dietro l’angolo.


Leggi anche –> Viviana Parisi, medico legale: resti compromessi, morsi di animali selvatici

Leggi anche –> Antonella Mosetti positiva al Coronavirus: “Anche io ero al Billionaire”


Kim Jong-un ricompare in divisa estiva

L’economia che piange e il pericolo tifone

Davanti al Politburo, nel corso dell’ultima apparizione in pubblico, Kim ha affrontato la questione del coronavirus e di un tifone che si sta per abbattere sulla Nord Corea. Kim ha ricordato che l’economia va male e per effetto dell’epidemia (mai ammessa ma probabilmente arrivata anche nel paese) potrebbe andare anche peggio.

Il tifone Bavi, poi, preoccupa e non poco. Si abbatterà sulla penisola coreana a fine settimana. Il servizio meteorologico della Bbc prevede tra i 200 e i 300 millimetri di pioggia, mettendo tutti sull’allerta. Proprio alla vigilia del raccolto d’autunno.