Meteo: nubifragi e crollo delle temperature. Maltempo anche nel weekend

Non sarà la fine del caldo, non arriverà l’autunno, ma l’estate subirà un forte schiaffo in buona parte d’Italia. Il cambiamento avverrà nel weekend e le temperature scenderanno di 10 o anche 13 gradi.

meteoweek.com

Trovano tutte le conferme le previsioni meteo dei giorni scorsi che annunciavano dal fine settimana un’importante ondata di maltempo. Un imminente cambiamento meteorologico che ci farà passare dalle infradito e costume al maglioncino invernale. Il freddo è atteso da venerdì e poi soprattutto nel fine settimana sulla nostra Penisola, con un’intensa perturbazione atlantica che determinerà una prima vera rottura dell’estate, quantomeno sulle regioni centro-settentrionali”, scrive il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo. “Una saccatura di estrazione artico-marittima riuscirà a raggiungere il Mediterraneo centro-occidentale attivando un imponente richiamo di correnti meridionali in quota, foriere di precipitazioni, verso il Nord Italia e su parte del Centro, con temporali e piogge a carattere di nubifragio che interesseranno in particolare le aree alpine, prealpine e di alta pianura, segnatamente tra Piemonte, Lombardia, Triveneto, ma anche Liguria di levante, alta Toscana e Ovest Emilia”, ci tiene a sottolineare il meteorologo.

Leggi anche -> Long Covid, “sindrome post Coronavirus” di chi è negativo ma non è guarito

Un weekend di maltempo

meteoweek.com

Il quadro generale lascio poco spazio ai dubbi. “I primi temporali, già piuttosto intensi sono attesi entro il pomeriggio di venerdì sul Nord Ovest, in estensione anche alle medio-alte pianure di Veneto e Friuli Venezia Giulia in serata, oltre ovviamente al Trentino Alto Adige. Per quanto riguarda invece la giornata di sabato, i temporali risulteranno intensi e frequenti su gran parte del Nord, anche su Liguria, Ovest Emilia e medio-alta Toscana, con accumuli di pioggia talora abbondanti su Alpi, Prealpi e sui crinali appenninici del comparto tosco-emiliano, aree più esposte al flusso della ventilazione meridionale. Ancora ben soleggiato al Sud, con caldo ulteriore grazie ai forti venti di Scirocco e Libeccio (picchi fino a 36-38°C sulle aree interne, localmente con picchi di 40°C sulle estreme regioni meridionali). Domenica invece le piogge e i temporali interesseranno in particolare il Nord Est e gran parte del Centro (comprese le coste di Romagna e alte Marche). I mari saranno mossi o molto mossi da domenica sera.

Leggi anche -> Aziende italiane producono la giacca anti-covid: i suoi sorprendenti riscontri

Il crollo delle temperature

Tornerà la neve in montagna, anche a quote medie. Secondo il meteo di 3bmeteo ci sarà un decisivo stop al caldo estivo al Centro Nord dove, entro domenica pomeriggio, le temperature subiranno un tracollo fino a 10-13 gradi portandosi sotto la media e con anche le prime nevicate sull’arco alpino fin verso i 2.000-2.300 metri di quota. “Il calo termico anche al Sud e sulle Isole avverrà entro lunedì, con possibili piogge e temporali anche in Sardegna per l’inizio della nuova settimana.”

LEGGI ANCHE: Non vuole indossare mascherina, una passeggera blocca il bus per 30 minuti