Si dimette il premier del Giappone: “Sto male, non posso continuare”

Shinzo Abe ha annunciato le proprie dimissioni in una conferenza stampa. L’ormai ex premier giapponese era già stato costretto a mettersi da parte nel 2006, per una rettocolite ulcerosa.

shinzo-abe-premier-giappone
Il premier giapponese Shinzo Abe – meteoweek.com

Shinzo Abe si è fatto ancora una volta da parte. L’ormai ex premier del Giappone ha annunciato le proprie dimissioni irrevocabili dal ruolo che ha condotto negli ultimi anni nel Paese del Sol Levante. L’annuncio è arrivato nel corso di un incontro con la stampa che si è svolto nella giornata di ieri. Abe è costretto a farsi da parte per la seconda volta da quando è diventato premier del Giappone. Già nel corso del biennio 2005-2006, infatti, erano arrivate le sue dimissioni. E anche in quel caso le motivazioni erano di natura sanitaria per il primo ministro nipponico.

Il mio attuale stato di salute – ha dichiarato Abe ai microfoni dei giornalisti presenti – , a seguito dei recenti controlli, non mi consente di concentrarmi sulle questioni più importanti che riguardano il governo, ed è il motivo per cui intendo farmi da parte“. L’ormai ex primo ministro del Giappone ha voluto essere particolarmente onesto con il suo popolo. Per questo motivo ha deciso di farsi da parte e di lasciare spazio ad altri politici, che versano in condizioni migliori delle sue per prendere le decisioni più giuste per il Paese.

Senza Abe saltano le Olimpiadi di Tokyo? – meteoweek.com

Non vorrei che la malattia possa incidere su decisioni politiche importanti“, ha proseguito Shinzo Abe. In ogni caso, pur confermando la propria decisione di rimettere il mandato di premier, Abe ha assicurato il proprio impegno nei confronti del Giappone. Resterà al suo posto, seppur non in maniera ufficiale, “finché non sarà trovato un successore“. Ricordiamo che il primo ministro dimissionario era stato ricoverato per ben due volte nel corso degli ultimi sette giorni. Le voci e i rumors sul suo stato di salute sono diventati incontrollabili tanto da costringerlo a dare l’annuncio.

Leggi anche -> Chadwick Boseman non ce l’ha fatta: il tumore uccide “Black Panther”

Leggi anche -> Dieci bambini sono stati uccisi da un fulmine mentre giocavano

In un primo momento gli esponenti del governo giapponese avevano provato a glissare, parlando di semplice stanchezza per via dei tanti impegni. Poi, però, si è rivelato necessario svelare tutta la verità sulle condizioni di Abe. Tra le altre cose, il premier dimissionario era stato uno dei principali sostenitori alla candidatura di Tokyo come sede delle Olimpiadi, spostate di un anno a causa dell’emergenza Covid. Tanto che si parla addirittura di una clamorosa retromarcia della capitale nipponica, che potrebbe esporsi positivamente solo nel caso in cui, nel frattempo, venisse emesso il vaccino contro il Coronavirus.