Federica Panicucci lo confessa solo ora: “Piansi e…”

Federica Panicucci si appresta a tornare in tv alla guida di Mattino Cinque e ricorda gli esordi e i momenti più emozionanti della sua carriera.

Federica Panicucci
Federica Panicucci- Foto Ig- Meteoweek

Non tutti sanno che Federica Panicucci ha debuttato in tv nell’ultima stagione di Portobello, con Enzo Tortora, tornato in video nel 1987 dopo l’arresto e il calvario giudiziario.

La conduttrice, che sta per tornare in televisione alla guida di Mattino Cinque per la dodicesima stagione, ripercorre le tappe della sua carriera.

Federica Panicucci ricorda Enzo Tortora a Portobello

Così la Panicucci ricorda per Enzo Tortora: “Fino ad allora avevo fatto soltanto la pubblicità di un lassativo e di un test di gravidanza. La mia agenzia, la Caremoli, mi mandò a fare un provino per Portobello, per me un sogno: lo guardavo insieme ai miei genitori. Al casting c’erano tutte super modelle, pensai di non avere chance, invece cercavano un volto un po’ diverso. Passai il primo provino con duecento candidate, poi il secondo, il terzo e infine il quarto… Ricordo la prima conferenza stampa: quella del rientro di Tortora in tv, uno spiegamento di giornalisti mai più visto. Ero al centro di un evento epocale, la prima puntata fu vista da 18 milioni di spettatori… Rispondevo al telefono, gli spettatori raccontavano le cose più disparate, uno spaccato d’Italia.”

“Un giorno venne da me la sorella di Enzo, Anna, per avvertirmi che la signora Longarini avrebbe saltato una puntata: dovevo presentare io al posto suo il concorso legato allo sponsor, ripetei la frasetta che dovevo dire per centinaia di volte. Una volta in diretta, arrivai al centro dello studio, un fotografo mi distrasse con i flash e calò il buio nella mia mente. Tortora si inventò qualcosa e andammo avanti… Tortora era premuroso e attento, un gentiluomo di altri tempi”, ricorda la conduttrice in una intervista al Giornale.

LEGGI ANCHE ——-> Emma Marrone e Stefano, l’addio: parla la cantante dopo anni

LEGGI ANCHE ——-> Ursula Bennardo dedica offese | Tornano le critiche al GF Vip dopo Uomini e Donne

L’esperienza del Festivalbar: grande emozione per Federica

Poi arrivò il Festivalbar, Federica fu chiamata a condurre la trentesima edizione del programma: “Una sera mentre stavo parcheggiando sotto casa dei miei genitori a Milano, mi chiamò Vittorio Salvetti, il patron del Festival, e mi disse che avevano deciso di affidare la conduzione a Fiorello, Jovanotti, Amadeus e … a me! Mi misi a piangere, salutai i miei genitori, presi la macchina e andai da sola ad Ascoli Piceno, da dove andava in onda la prima serata, che era solo due giorni dopo… Per me era un sogno, ma non avevo capito bene la dimensione della kermesse. Al debutto, dietro il palco, quando Salvetti disse Presenta Federica Panicucci mi si ghiacciarono le gambe, non riuscivo a camminare, pensai di scappare… entrai in scena tutta rigida. Poi mi sciolsi”.

Federica Panicucci al Festivalbar
Federica Panicucci- Foto Festivalbar

Emozionante anche l’intervista con Celentano in occasione del lancio del disco Arrivano gli uomini del 1996: “Quel giorno, poco prima del programma, mi dissero che aveva cambiato idea, non era più convinto delle domande concordate, di inventarmi io qualcosa di più personale, mi si gelò il sangue. Pensai di scappare. Mi venne in aiuto l’autore Tiberio Fusco, poi andò talmente bene che sforammo l’orario e facemmo iniziare in ritardo Serata d’onore di Baudo. Quando mi sarebbe ricapitato di essere faccia a faccia con un mito come Celentano? Così me la sono giocata fino in fondo”, racconta commossa la Panicucci.