Home Cronaca Morte Willy Monteiro, interrogati i fratelli Bianchi:”Non lo abbiamo toccato”

Morte Willy Monteiro, interrogati i fratelli Bianchi:”Non lo abbiamo toccato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:55
CONDIVIDI

Morte Willy Monteiro, interrogati i fratelli Bianchi:”Non lo abbiamo toccato”. I due giovani dicono di essere intervenuti per bloccare rissa

Morte Willy Monteiro, interrogati i fratelli Bianchi:"Non lo abbiamo toccato"
Morte Willy Monteiro, interrogati i fratelli Bianchi:”Non lo abbiamo toccato”

Si danno la colpa a vicenda i 4 presunti killer di Willy Monteiro Duarte, poiché sanno che l’unica possibilità di rendere più leggera la loro posizione è scrollarsi di dosso l’accusa più pesante, non ancora ufficialmente formulata dalla procura, ossia quella di omicidio volontario del 21enne, colpendolo con un calcio in faccia quando si trovava a terra.

I due fratelli, Marco e Gabriele Bianchi, arrestati per l’omicidio di Willy sostengono:”Non lo abbiamo toccato, respingiamo ogni accusa. Siamo intervenuti per dividere una rissa. Abbiamo visto un parapiglia e siamo arrivati. Siamo arrivati lì perché chiamati da alcuni amici, ma non abbiamo preso parte alla rissa. L’unica cosa che abbiamo fatto è stata di provare a intervenire per separare i litiganti che non conoscevamo. Quando ce ne siamo andati, non abbiamo visto il ragazzo a terra.Siamo dispiaciuti e distrutti perché accusati di un omicidio che non abbiamo commesso“. 

Leggi anche:—>Choc Rebibbia: boss morde e stacca dito ad agente e lo ingoia

Leggi anche:—>Omicidio Willy, l’amico:”L’obiettivo ero io, mi ha salvato”

Ma gli altri due giovani arrestati, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli, di 23 e 22 anni affermano il contrario, tentando di scagionarsi dall’accusa di omicidio volontario. Belleggia allude a ruoli diversi all’interno della vicenda mentre Pincarelli si dice fuori da ogni coinvolgimento. Tutti e 4 sono accusati di omicidio preterintenzionale, mentre una quinta persona è indagata per favoreggiamento. A influire sulla decisione finale saranno le testimonianze degli altri ragazzi presenti, l’esame dei filmati della telecamera che ridà sulla piazza dove è avvenuto il delitto.

Mercoledì sarà eseguita l’autopsia, mentre la procura di Velletri ha ordinato una consulenza tecnico-scientifica sui vestiti dei 4 indagati.