Home Cronaca India sconvolta per lo stupro di una donna di 86 anni

India sconvolta per lo stupro di una donna di 86 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:05
CONDIVIDI

India sotto shock: bisnonna di 86 anni aggredita e stuprata a Delhi. Il colpevole è un trentenne, arrestato oggi, per il quale è stata chiesta la pena capitale

foto di repertorio – meteoweek.com

La Polizia di Delhi ha catturato oggi il trentenne accusato della recente violenza sessuale che ha lasciato di nuovo l’ India sotto shock. Vittima dello stupro avvenuto lunedì sera alla periferia sud-est della capitale è stata infatti una donna di 86 anni, già bisnonna. Lo riferiscono i media indiani e lo ha riportato nella giornata di oggi Ansa. Secondo il racconto di Swati Maliwal, responsabile della Commissione per la condizione femminile di Delhi, che l’ha incontrata ieri, l’anziana è stata tratta in inganno dal violentatore mentre attendeva il lattaio.

L’uomo l’ha convinta a seguirlo in una zona deserta, dove poi l’ha aggredita brutalmente e violentata. La Maliwal non ha fatto sconti e ha dichiarato dichiarato senza mezze misure. “Un crimine tanto disumano merita la pena di morte. Scriverò al presidente dell’Alta Corte di Delhi e al Governatore per chiedere il processo per direttissima. E, di conseguenza, la condanna all’impiccagione entro sei mesi” ha aggiunto.

Un fenomeno in pericoloso aumento in India

Stupri e violenze sessuali tornano quasi quotidianamente sotto i riflettori in India dal dicembre del 2012. In quel caso il tunnel degli orrori si aprì con una studentessa di fisioterapia, violentata da un branco su un autobus a Delhi. Non riuscì a vincere la sua battaglia e morì a pochi giorni di distanza per le torture subite.

Leggi anche –> La moglie gli lanciò acido addosso, la sua agonia è durata solo un mese

Leggi anche –> Matteo Salvini aggredito a Pontassieve: strappati camicia e rosario

Secondo il National Crime Records Bureau, nel 2018, l’ultimo anno di cui si dispongono dati, i numeri sono spaventosi. Sono stati registrati 33.977 stupri, uno ogni 15 minuti. Diversi casi di violenze sessuali sono stati registrati anche nelle scorse settimane, nel pieno della pandemia da Covid-19. La settimana scorsa, l’episodio più recente, in Kerala: una paziente positiva è stata violentata dal guidatore dell’ambulanza che la trasportava in ospedale.