Home Cronaca Unicredit tutto bloccato: non si può pagare né incassare

Unicredit tutto bloccato: non si può pagare né incassare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00
CONDIVIDI

I sistemi informatici di Unicredit sono in tilt: mattinata da incubo per i clienti del gruppo che non hanno accesso alle operazioni. Le problematiche hanno coinvolto ogni aspetto dei prodotti offerti

Unicredit sistemi down clienti mattinata da incubo

I sistemi informatici dell’istituto sono in tilt da quasi due ore, una mattinata da dimenticare per i clienti della banca. Stando alle segnalazioni degli utenti, le problematiche hanno coinvolto tutti i servizi dell’home banking: impossibile pagare, prelevare ed accedere a praticamente qualunque servizio, dall’accesso al conto online fino al funzionamento delle carte, al ritiro di denari dal Bancomat.

Unicredit in tilt

Disservizi in tutta Italia

I disservizi hanno avuto inizio nella mattinata di oggi, 14 settembre, poco dopo le 9. Sono diversi i problemi segnalati dagli utenti, come l’impossibilità di accedere ai conti sia da computer che dalle app collegate, ma soprattutto quella di effettuare pagamenti sia online che negli esercizi commerciali. I guasti non riguardano sicuramente le infrastrutture locali poiché le segnalazioni provengono da tutta Italia. L’errore che viene segnalato dagli utenti che hanno tentato di accedere al sito si rivela come un “errore tecnico”. Per quanto riguarda invece il pagamento nei negozi fisici, la risposta è quella equivalente ad una transazione rifiutata.


LEGGI ANCHE:


 

Unicredit in titl utenti non possono effettuare operazioni bancarie

Le cause?

Le cause sono sconosciute al momento. Non sono state offerte da Unicredit delle spiegazioni sulle motivazioni dei problemi riscontrati e nemmeno la possibilità di una previsione in merito alla loro risoluzione. I clienti che hanno provato la strada social per poter avere delle risposte a riguardo, domandando lumi con alcuni Tweet, hanno ricevuto dalla banca delle informazioni vaghe: “Anomalie e rallentamenti generalizzati in fase di accesso” ai sistemi informatici, e che il gruppo sta “intervenendo con la massima priorità” sul loro ripristino. L’assistenza clienti è naturalmente travolta dalle richieste, ma il disservizio riguarda anche quel settore e si trovano dunque impossibilitati a giungere in soccorso.